albero barca a velaLa Sardegna è, da sempre, un’isola che richiama centinaia di turisti ogni anno: l’ambiente naturale di quest’isola è forse quello che offre più spunti perché, a ogni passo, cambia e si trasforma, regalando scorci di Paradiso sensazionali.
Per godere al meglio questa bellissima isola, la vacanza ideale dovrebbe svolgersi in barca a vela, per poter gustare ogni singola emozione sensoriale di questo mare dalle mille sfumature, che in poche miglia vira dal verde smeraldo all’azzurro più intenso.
Un paesaggio certo unico e, ovviamente, le possibilità di effettuare una vacanza in barca a vela sull’isola sarda sono innumerevoli, anche perché sono tantissimi i porti in cui poter attraccare lungo tutto il perimetro costiero da nord a sud.
Se si ha un po’ di tempo a disposizione, almeno venti giorni, è anche possibile circumnavigarla completamente quest’isola mitologica, andando alla scoperta degli angoli più remoti e affascinanti, della baie nascoste dall’intreccio dei ginepri e dal granito millenario. Con le vacanze in barca a vela in Sardegna si ha la possibilità di staccare dalla routine quotidiana, dallo stress metropolitano, concentrandosi solo sulla natura circostante, sui suoi rumori e sui suoi profumi, lasciandosi cullare dal beccheggio della barca in rada o facendosi attraversare dall’adrenalina di una murata lungo una delle coste sarde con le vele piene di vento.
In Sardegna non esiste una zona uguale a un’altra, ciascuna ha una sua peculiarità che la rende speciale.
La parte sud est dell’isola, è forse la zona migliore se si vuole effettuare una vacanza in barca a vela di pochi giorni: qui il mare è sempre tranquillo e la costa frastagliata è ricca di spiagge affollate ma anche di piccole baie raggiungibile esclusivamente via mare.
La zona Orientale dell’isola, invece, è molto più frastagliata, la costa si alterna tra alle scogliere e lunghe spiagge di sabbia bianchissima fino ad arrivare a Orosei, uno dei 10 Golfi più belli del Mondo, dove le spiagge sono quasi inesistenti, sostituite da minuscole baie di sabbia finissima e bianchissima e da un mare che assume colorazioni incredibili, impossibili da spiegare a parole. Siamo appena al di sotto della Costa Smeralda, raggiungibile in meno di un’ora di navigazione a vela, dove sta il cuore pulsante della mondanità estiva sarda.
Il nord dell’isola torna ad essere più dolce e qui, gli amanti della vela, potranno divertirsi sfruttando le correnti di Maestrale delle Bocche di Bonifacio e navigando in mezzo alle isole dell’Arcipelago de La Maddalena, paradiso incontaminato.
Ad Alghero è impossibile non scendere per ammirare questo piccolo gioiello di Catalogna dimenticato in Sardegna, per poi ripartire per l’esplorazione della costa occidentale, forse la più affascinante di tutte perché è la più selvaggia; qui le correnti battono spesso molto forte ma il panorama che si può ammirare è impagabile.
Superata Oristano, si giunge nel tratto più pericoloso che corrisponde alla Costa Verde, qui la navigazione a vela regala emozioni impareggiabili: si è da soli con la natura, anche sotto costa è impossibile scorgere la mano dell’uomo perché non esistono insediamenti urbani e la costa è prevalentemente rocciosa e impervia. E’ un’occasione più unica per rara per gustare la Sardegna più vera, quella che profuma di acqua di mare e di ginepro, di sale e macchia mediterranea.
Circumnavigato Capo Spartivento si torna alla civiltà, ma le emozioni e le sensazioni di una vacanza in barca a vela in Sardegna resteranno dentro per tanto tempo.