Come liberarsi di un topo in casa?

E’ capitato a tutti, a chi più a chi meno, di avere a che fare con un ospite indesiderato che ha tentato di farsi casa in casa nostra. Parliamo del roditore, utilizzando il termine appropriato, o del topolino (denominazione più comune e “dolce”), per capire di chi stiamo parlando.

“Non bada a spese”, il topo.

topoQuando entra è per mangiare e per costruire la sua tana e può accadere ovunque, presso abitazioni site in città, al mare o in montagna. Per immedesimarci nel suddetto scenario, basta immaginare una situazione di questo tipo: è periodo di vacanze, l’inverno e l’estate sono i momenti clou per fare un break dal tram tram della vita quotidiana. L’inverno si divide tra feste natalizie, anno nuovo, carnevale nonché vacanze pasquali, mentre in estate giungono finalmente le ferie tanto agognate. In questi periodi, chi può permettersi di prendere dei giorni di vacanza e possiede una casa in una località diversa da quella della città, può goderne appieno e trovare un po’ di pace. Capita ancora più spesso, però, che queste seconde abitazioni restino vuote e chiuse per lunghi periodi.

Immaginate di riaprire la vostra casa “estiva”, di apprestarvi ad occuparvi delle odiose pulizie per renderla fresca, abitabile, accogliente e… cosa succede? Mentre ramazziamo sotto al mobile in cucina, scappa impaurito un topolino che, di quella stanza, nel frattempo, aveva fatto la sua dimora. Panico, urla, spavento!
Non si sa dove mettere mani, scopa o altro per potersi sbarazzare di quell’essere immondo agli occhi di casalinghe disperate! Eh sì, perché l’incubo è tutto loro, di tutte quelle donne che si ritrovano ad occuparsi delle pulizie di casa e dovranno fare i conti con questa piccola creatura, insidiosa e terrificante. Quanto sarebbe utile, in quest casi, disporre di una trappola per topi! Il problema sarebbe già risolto!

Spesso avviene di dover subire queste invasioni nelle case al mare, in montagna o campagna. Quale migliore tana di un luogo chiuso e non abitato da essere umani?

Come possiamo evitare che un topo entri in casa?

Ovviamente vi sono delle accortezze che possiamo mettere in atto per evitare di incontrare in casa questi ospiti indesiderati.


A scanso di equivoci razziali, un topo – si sa – vive nei sotterranei tra melma, rifiuti, escrementi: insomma, non è proprio il massimo dell’igiene e della pulizia. Quando si trova un topo in casa, la primissima reazione è quella di entrare nel pallone: non si sa proprio cosa fare e soprattutto è fastidioso sapere che un animale sia entrato senza permesso nel nostro domicilio.
Come avrà fatto e da dove?
Le domande più pressanti ci assalgono mentre pensiamo già all’ipotesi di dover chiamare un servizio di derattizzazione.

I topi riescono a passare attraverso buchi anche molto piccoli, quindi è necessario essere previdenti e tappare ogni possibile pertugio per non lasciarli entrare. Forse questa missione può apparire difficile da compiere, soprattutto nelle case vecchie, di campagna, dove c’è una crepa ad ogni angolo (crepa vintage naturalmente, non di quelle degradanti).

Un buon metodo per coprire i buchi è quello di utilizzare delle spugnette da cucina, per pulire i piatti, che potete tagliate secondo la forma e la dimensione del pertugio.

E poi, amici cari, non dimentichiamoci dell’esistenza di trappole per topi efficaci, la soluzione meno stressante e più efficiente!