Il tema della privacy, in un’epoca dove tutte le informazioni viaggiano veloci in rete, ha assunto un’importanza fondamentale negli ultimi anni. Questo perchè sempre più persone navigano in internet tra social network, lavoro e le tante altre azioni possibili sul web. Bisogna, dunque, partire dal presupposto che internet non dimentica mai ed ha una gran memoria a lungo termine. E su questo assunto si è aperto un dibattito non più tardi di qualche anno fa sulla questione del diritto all’oblio sul web.

Un tema che, purtroppo, ha assunto anche contorni drammatici se pensiamo ai casi di revenge porn sfociati poi nel sangue. E la cosa buffa è che nella maggior parte dei casi, è l’utente stesso a pubblicare informazioni personali su internet dando l’autorizzazione ai siti visitati di renderle pubbliche o utilizzarli per dati statistici o pubblicitari.

La privacy, quindi, è un lusso e può essere facilmente violata su internet. L’importante è navigare con prudenza e buon senso, proteggendo il computer dai virus ed evitando di cascare nelle trappole o nelle truffe organizzate per rubare dati o soldi ai più ingenui ed ai meno capaci.

In primis è bene stare alla larga da siti non sicuri e non autorizzati dalle varie autorità preposte. Qualsiasi cosa si faccia sul web, infatti, è bene farlo in piena e totale sicurezza affidandosi a siti sicuri e riconosciuti, leggendo bene cosa ci viene proposto prima di accettare qualsiasi condizione. È un po’ come accade nella vita reale quando ci troviamo di fronte alla possibilità di firmare un contratto o un accordo. In questo caso, come avviene sul web, bisogna tenere gli occhi ben aperti e valutare tutte le possibili clausole presenti nell’accordo.

Altro aspetto fondamentale è la privacy dei bambini e delle persone che non hanno ancora compiuto la maggiore età. Sul web, purtroppo, circolano anche malintenzionati e per questo motivo è consigliato tutelare la privacy e l’immagine di bambini e minori magari evitando di pubblicare sui vari social network le loro foto, specie se riguardano fasi della sfera privata.

La privacy per le aziende

Stesso discorso per il mondo del lavoro che si sviluppa sul web. Chi lavora su internet sa bene di dover gestire migliaia di documenti importantissimi da tutelare ed anche per questo motivo è bene prendere le dovute precauzioni affinchè questi non finiscano nelle mani sbagliate. Per proteggere la propria privacy sul posto di lavoro si può cominciare dagli strumenti utilizzati per l’invio e la ricezione di documenti importanti. Come, ad esempio, il fax online, di cui il sito https://it.efax.com/ è uno dei più grandi esempi, che garantisce la dovuta sicurezza sul tema grazie al sistema di crittografia che protegge i nostri documenti e li tiene alla larga da hacker e truffatori di vario genere.

Stesso discorso per quanto riguarda la PEC, da preferire rispetto alla mail tradizionale quando il messaggio da inviare contiene documenti di primaria importanza. Tanti piccoli particolari da considerare per evitare di trovarsi di fronte a guai molto gravi.