Prelios, società immobiliare partecipata da Pirelli (12,9 per cento), Intesa Sanpaolo (10,2 per cento), Unicredit (11,7 per cento) e una cordata di investitori privati (23,2 per cento), attualmente rappresentata da Daniel Buaron, si appresta a cambiare proprietà. Pare infatti che la cinese CeFC, attiva in numerosi settori, sia la nuova parte maggiormente interessata a rilevare la società in un’operazione piuttosto ampia.

Tra l’altro, si legge sui principali quotidiani, la proposta in questione sarebbe complessiva e non riguarderebbe solamente la società quotata a Piazza Affari, bensì anche Focus Investments, una newco nata alla fine del 2015 dallo spinoff della capogruppo, nella quale sono poi state trasferite le attività di business relative agli investimenti e ai co-investimenti immobiliari di Prelios.

In particolare, ricordava uno specifico approfondimento curato da Milano Finanza, in Focus Investments, condotta dalla nuova amministratrice delegata Elena Capra, sono riconducibili le quote nel fondo Cloe, la partecipazione nella joint venture con Goldman Sachs in Germania, il progetto di sviluppo immobiliare in Polonia (vicino a Varsavia, su un’area di 200 ettari) per la quale è peraltro in corso una negoziazione con il gruppo indiano Mittal, e infine alcune aree a Milano (dove sorge la sede di Rcs Mediagroup) e altre proprietà immobiliari.

Successivamente, i cinesi di CeFC saranno poi chiamati a lanciare un’offerta pubblica di acquisto su Prelios. È ben possibile – sanciva ancora il quotidiano finanziario italiano, che l’offerta di acquisto possa essere vicina ai 10 centesimi per azione. Milano Finanza segnalava inoltre come CeFC, al di fuori dei confini domestici, stia controllando la boutique d’affari americana Cowen Bank e, in Repubblica Ceca, il polo finanziario J&T. Vedremo, nei prossimi giorni, come si evolverà questa vicenda societaria, e se le indiscrezioni saranno confermate dalla realtà dei fatti.