immagine forexNon esiste un’opportunità di trading più interessante rispetto al trading sulle valute, il mercato forex è efficiente e grande come nessun altro mercato finanziario e questo garantisce i profitti più elevati. Tuttavia fare profitto sul forex non è automatico: sappiamo bene che nessuno regala niente a nessuno e che i soldi gratis non esistono da nessuna parte, tantomeno nel forex.
Quando leggiamo nei forum che nel forex si può guadagnare molto, dunque, dobbiamo interpretare bene. E’ vero, è possibile guadagnare, ma è altrettanto possibile perdere dei soldi.
Il rischio di perdita è connaturato all’attività di trading finanziario e non è possibile eliminarlo in nessun modo. I rischi di natura prettamente finanziaria vanno controllati, sempre, è questo in fondo quello che fa un buon trader.
Ma il successo nel forex dipende anche dal broker. In generale, chi guadagna molto ci riesce perché utilizza conti aperti presso i migliori broker forex in italiano.
Quali sono questi migliori piattaforme? La prima discriminante, quella davvero importante, è costituita dall’autorizzazione CONSOB. Solo i broker autorizzati CONSOB, infatti, possono garantire la massima affidabilità e sicurezza che sono le condizioni sine qua non ottenere qualunque risultato concreto.
In secondo luogo bisogna guardare alla convenienza del broker. Non possiamo accettare, ad esempio, di fare trading pagando delle commissioni o delle fee di iscrizioni. Ricordo ancora con disgusto quando ogni operazione immessa nel sistema comportava il pagamento di una commissione sull’eseguito.
Per fortuna i migliori broker forex ormai non applicano più questo tipo di odiose commissioni ma guadagnano tramite lo spread. Cos’è lo spread? E’ una piccola differenza tra il prezzo a cui è possibile comprare e quello a cui è possibile vendere una coppia di valute. Ovviamente tanto più è grande questa differenza e tanto meno conveniente sarà il trading online. Dunque il trader intelligente (e soprattutto colui che vuole guadagnare) dovrà stare attento a selezionare il broker forex anche tenendo conto di questo parametro.
Attenzione che molto spesso i broker non sono solo intermediari forex ma consentono l’operatività su mercati differenti come materia prime, azioni, indici, persino bitcoin ormai. Se si ha l’intenzione di spaziare in tutti questi differenti mercati finanziari è più che opportuno verificare il valore dello spread non solo per quanto riguarda le valute, ma anche per tutti gli altri mercati a cui si è interessati.
Un buon broker, però, deve avere ancora altre caratteristiche. Ad esempio deve essere aperto a tutti, senza barriere di ingresso.
Le barriere di ingresso all’investimento finanziario sono di due tipi. Un utente può essere messo in condizioni di non poter operare quando l’interfaccia utente è troppo complicata o comunque quando l’operatività richiede nozioni di cui la persona comune non dispone. Un buon broker è dunque molto facile da usare, usabile e tecnicamente ineccepibile.
Un’altra barriera di ingresso piuttosto odiosa è costituita dal deposito iniziale: se questo è troppo alto il trader potrebbe non disporre del capitale necessario ad aprire il conto.
E’ bene dire, però, che i migliori forex broker hanno dei depositi iniziali minimi piuttosto bassi, al massimo poche centinaia di euro, quindi tutti possono fare forex trading.