scarpe basseLe scarpe basse possono arrecare danni (a volta anche gravi) alle persone che lo indossano. Il contrordine arriva da un recente studio che ha evidenziato come anche questo tipo di calzature possa far male al piede. Possiamo, quindi, consolarci: se prima pensavamo che solo l’amato tacco 15 potesse danneggiarci, adesso abbiamo un’altra (l’ennesima) conferma.

Ma quali sono le scarpe basse che fanno più male? E, soprattutto, quali possono essere i rimedi da applicare? Iniziamo subito dicendo che le espadrillas, le infradito e le ballerine sono sicuramente le calzature peggiori. Vediamo insieme il perchè.

Le espadrillas sono utilizzate prevalentemente in estate. Tuttavia, la suola posta al loro interno è fatta in corda e juta. Questi materiali, uniti alle alte temperature, possono essere dannose e fastidiose per il piede. Già, perchè stiamo parlando di materiali che trattengono (anche fin troppo) il calore…e di questi tempi non è di sicuro una bella sensazione!

Le infradito, invece, sono considerate le calzature dell’estate: belle, colorate, comode da portare in giro e soprattutto presenti in mille varianti. Eppure, le fascette che dividono l’alluce dalle altre dita creano, con lo sfregamento, delle micro abrasioni fastidiose e, a lungo andare, controproducenti.

Infine, parliamo delle ballerine: sono molto utilizzate, amate dalle bambine in generale e dalla maggior parte del pubblico femminile. Eppure, sono completamente prive di tacco. Questa sua caratteristica le rende pericolose: il peso del corpo, infatti, “pesa” completamente sul tallone, provocando quindi uno sbilanciamento non indifferente.

Ma quali sono i rimedi che possiamo applicare sui nostri piedi? Se avvertite proprio un dolore, vi consigliamo prima di tutto di passare lungo i piedi dei cubetti di ghiaccio: allevieranno la sofferenza, e rigenereranno i piedi stessi. Una volta alla settimana, poi, concedetevi una “maschera” ai piedi.

Infine, camminate ogni giorno per una decina di minuti a piedi scalzi: questo semplice gesto vi permetterà di riattivare la circolazione del corpo. Ed ora…non vi resta che affrontare le vostre nuove calzature, dimenticando la “black list”!