denaro prestitoBuone notizie macro economiche dalla Francia, con la produzione industriale che è rimbalzata ad agosto di +2,3 punti percentuali mese su mese, andando in tal modo a più che compensare il -0,4 per cento mese su mese che era stato riscontrato a luglio. La produzione manifatturiera è cresciuta del 2,2 per cento mese su mese (dunque, lievemente sotto la produzione industriale complessiva, dal precedente – 0,2 per cento su base mensile, peraltro sostenuta dall’aumento di tutti i comparti e in particolare quello dei beni strumentali (+7,4 per cento mese su mese da -2,2 per cento mese su mese) e dei materiali di trasporto (+3,2 per cento mese su mese da -2,2 per cento mese su mese).

La produzione energetica è invece aumentata di 1,6 punti percentuali mese su mese, andando in tal modo a più che compensare il calo del mese precedente (-1,3 per cento mese su mese). La variazione tendenziale balza quindi da 0,5 punti percentuali a +1,1 punti percentuali, lasciando la produzione in rotta per un aumento di almeno 0,3 per cento trimestre su trimestre nel terzo periodo dell’anno; perciò potrebbe contribuire positivamente alla formazione del PIL, anche se per meno di 0,1 punti percentuali. Le indagini PMI hanno infine indicato che il manifatturiero nel terzo trimestre è rimasto ancora al di sotto della soglia di espansione (48,9 punti ), poco variato rispetto al trimestre precedente e circa stabile da inizio anno.