Considerato che le nazioni e le loro economie sono diventate sempre più interdipendenti, non stupisce che il mercato Forex (FX), ovvero il mercato in cui è possibile scambiare una valuta per un’altra valuta, sia emerso come un punto focale globale. Con un fatturato FX giornaliero stimato superiore a 1 trilione di dollari, il Forex è di gran lunga il mercato valutario più grande del mondo. Per rimanere competitivi nell’economia mondiale, è fondamentale gestire il rischio di fluttuazioni valutarie avverse. Negli ultimi tempi, la tendenza mondiale è stata verso il consolidamento dei mercati e delle valute, come nel caso dell’Unione Europea.

Detto ciò, i maggiori utilizzatori del mercato FX sono le banche commerciali, che fungono da intermediari tra acquirenti e venditori di valuta. Anche le società e gli istituti finanziari negoziano valute, principalmente per salvaguardare le loro attività e passività denominate in valuta estera da variazioni negative dei tassi di cambio.

Banche e gestori di fondi possono altresì negoziare valute per trarre profitto dalle fluttuazioni dei tassi di cambio, così come i singoli individui, che sono peraltro esposti a fluttuazioni dei tassi di cambio anche, più comunemente, quando viaggiano, cambiando la propria valuta con una valuta straniera prima di intraprendere un trasferimento di lavoro o una vacanza.

Quando il Chicago Mercantile Exchange ha introdotto la negoziazione di futures in valuta estera nel 1972, ha permesso a tutti i partecipanti al mercato valutario, compresi i singoli investitori, di capitalizzare sulle fluttuazioni dei tassi FX senza dover fare o prendere in consegna le valute effettive. I futures su valute estere offrono opportunità di gestione del rischio e di profitto ai singoli investitori, così come alle piccole imprese e alle grandi società.

Ci sono due tipi di potenziali utilizzatori di future in valuta estera: l’hedger e lo speculatore. L’hedger cerca di ridurre e gestire il rischio di perdite finanziarie che possono derivare da operazioni commerciali in valute diverse dalla propria valuta madre. Gli speculatori forniscono capitale di rischio e si assumono il rischio che l’hedger sta cercando di trasferire nella speranza di realizzare un profitto prevedendo correttamente l’andamento futuro dei prezzi.