Tasse_01Dal prossimo 2019, in Gran Bretagna le piccole e medie imprese inglesi potrebbero avere una vita un pò più difficile. Da tale data, infatti, le società che avranno un reddito superiore alle 10 mila sterline saranno tenute a presentare, ogni tre mesi, una specifica dichiarazione fiscale tramite un apposito portale online. Nell’ipotesi in cui dovessero dimenticarsi di fornire tale dichiarazione, o dovessero ritardare la pubblicazione di tali documenti, le piccole e medie imprese potrebbero andare incontro a sanzioni piuttosto sgradite, nella misura del 4 per cento in caso di ritardo di un mese, del 10 per cento nel caso di ritardo di se imesi, del 15 per cento nel caso di ritardo di 12 mesi.

A confermare la notizia è stato lo stesso fisco inglese sul proprio sito internet, nel quale l’Hmrc (Hm revenue & customs), ha diramato un documento nel quale ha proposto di triplicare le sanzioni, che fino ad oggi erano pari al 5 per cento indipendentemente dall’ammontare dei mesi di ritardo. Una misura che dovrebbe puntare soprattutto a punire i recidivi attraverso sanzioni amministrative pecunarie particolarmente sgradite.

Hmrc ha poi precisato che tale novità fiscale verrà applicata solamente a partire dal 2019 e che in questi giorni il fisco è impegnato a lavorare di fianco alle imprese e ai contribuenti per perfezionare queste proposte. Di fatti, a riprova di ciò, qualche giorno fa il fisco ha dato il via a un periodo di consultazione, della durata di tre mesi, che ha come finalità quella di raccogliere le prime impressioni da parte dei contribuenti.