autoScegliere l’assicurazioni auto su misura per le proprie esigenze significa, anche, riuscire a capire quali polizze integrative ci occorrono davvero e quali, invece, andrebbero a costituire solo un inutile spreco di soldi. Inoltre il mondo di internet ha completamente rivoluzionato il settore contribuendo a rendere più convenienti le polizze, come ha sottolineato anche l’Ania in questo comunicato stampa. Tra le polizze più gettonate spiccano quelle contro il furto e quella sui cristalli.

A questo proposito non possiamo far altro che cercare di capire come funzionano queste polizze e quali sono le principali caratteristiche che vanno analizzate per poterle sfruttare al meglio.

Polizza furto e incendio

La polizza furto e incendio è una delle coperture assicurative che permettono di assicurare il proprio veicolo da quei danni e imprevisti non coperti dalla RC Auto. Nello specifico, la polizza furto risarcisce in caso di sottrazione, distruzione o danneggiamento del veicolo o di alcune sue parti. Naturalmente, il premio e il risarcimento vanno valutati in relazione al valore effettivo dell’auto quando questa viene assicurata, valore che tende sempre al ribasso di anno in anno. Nel caso in cui l’auto venga rubata o completamente distrutta, l’assicurazione garantisce il pagamento relativo al valore del veicolo al momento del furto; se solo alcune parti dell’automobile vengono danneggiate o sottratte, ad esempio se ci troviamo dinanzi a tentativi di furto o scasso non riusciti, esclusivamente quelle saranno ripagate. Ovviamente, la polizza non copre il furto di oggetti presenti all’interno dell’auto al momento della sottrazione. L’assicurazione furto è consigliata soprattutto a coloro che hanno acquistato di recente un’auto o una moto di valore, o a chi è costretto a lasciare il proprio veicolo in strada, in particolare durante le ore notturne.

L’assicurazione incendio, invece, risarcisce in caso di danni provocati da incendi, e da tutti quegli eventi provocati dal fuoco come fulmini, scoppi, cortocircuiti e surriscaldamenti del motore. Come nel caso della polizza furto, sono esclusi dalla copertura assicurativa tutti gli oggetti presenti nell’auto al momento dell’incendio. Naturalmente, non sono coperti gli incendi causati con intenzione o quelli provocati dall’assicurato e da suoi congiunti. In genere, è possibile estendere l’assicurazione anche agli atti vandalici o agli eventi atmosferici, su richiesta e con una maggiorazione del premio. Allo stesso modo della polizza furto, il risarcimento viene valutato in base al valore del veicolo: l’assicurazione paga l’intero valore dell’auto in caso di completa distruzione o risarcisce solo alcune parti, in caso di danneggiamento.

Polizza Cristalli Auto

Tra le varie garanzie accessorie da aggiungere al momento della sottoscrizione della polizza RC Auto, vi è la polizza Cristalli auto. Essa garantisce una copertura completa delle spese per la sostituzione dei cristalli (lunotto posteriore, vetri laterali, e parabrezza) , a seguito di rotture casuali o procurate da terzi durante la circolazione. La polizza, tuttavia, non include i danni ai gruppi ottici e agli specchietti retrovisori, sia interni che esterni.

E’ possibile procedere con la riparazione e non la sostituzione, quando la dimensione del danno non supera i 2,5 cm di diametro e la lesione al cristallo si trova ad oltre 6 cm dal bordo; ovviamente la scheggiatura non dovrà trovarsi sulla visuale del conducente.
Naturalmente, la polizza varia a seconda della compagnia assicurativa, che propone le proprie condizioni e i limiti relativi all’erogazione dell’indennizzo. E’ consigliabile, prima di sottoscrivere la polizza cristalli, verificare se essa è già compresa nella più tradizionale assicurazione furto e incendio: alcune compagnie, infatti, includono nelle spese di sostituzione anche il lunotto posteriore, i vetri laterali e il parabrezza; altre ancora, possiedono tale copertura nella sottoscrizione dell’assicurazione Kasko. Inoltre, diverse compagnie garantiscono la sostituzione del cristallo solo se rotto e non rigato.

A tale polizza, viene associata una franchigia (la parte di danno che resta a carico dell’assicurato) e una società di riparazioni scelta dalla compagnia assicurativa. Nel caso in cui il conducente decida di riparare o sostituire il cristallo nei pressi di un centro convenzionato con la compagnia, la franchigia non verrà applicata; discorso diverso, nel caso in cui si scelga di riparare il danno presso una società non convenzionata.
L’assicurazione auto polizza cristalli è indicata soprattutto per quei guidatori abituati a percorrere chilometri e chilometri su strade dissestate, dove il manto danneggiato o le pietruzze potrebbero provocare danni ai cristalli dell’auto.

Per maggiori informazioni puoi leggere questa guida: assicurazioniautoroma.com