Ritinteggiare casa: ecco il significato dei colori

furniture-731449_1920Ritinteggiare casa può essere una vera faticaccia, ma dietro ai colori delle mura di casa ci sono tantissimi significati nascosti. Proprio per questo, si tratta di un lavoro che non va fatto con superficialità e che necessita di un piccolo grande studio dietro.

Ogni colore, infatti, nasconde un significato che può essere trasmesso. Per questo motivo, quando ritinteggiamo casa, consideriamo tutti questi aspetti particolari, poiché potrebbe trarre giovamento tutto l’ambiente, nonché il nostro umore e la nostra psiche.

Misurare le superfici prima di iniziare

Ciò che potrebbe sembrare scontato specificare è che prima di un lavoro di tinteggiatura bisogna assolutamente prendere le misure dell’area interessata. Questo perché la misurazione della superficie è fondamentale per capire quanto materiale dobbiamo procurarci per il lavoro: capire quanti metri quadrati coprire è il primo passo per la nostra lavorazione. A tal proposito, potrai trovare sicuramente utili alcune informazioni presenti sul sito misuratoredistanzaclick.com, uno dei più completi in Italia sotto questo punto di vista.

Il significato dei colori

Come abbiamo già anticipato, i colori trasmetto qualcosa sia a noi che viviamo nell’appartamento, sia ai visitatori esterni. I colori possono veicolare persino uno stato d’animo. Solitamente si opta per dei colori differenti a seconda dell’ambiente: per esempio, in un bagno si sceglieranno dei colori freddi, cosa diversa rispetto alla cucina o al soggiorno, dove opteremo per colori caldi.

Per esempio, il colore verde rappresenta la natura, gli alberi e quindi è simbolo di vitalità. Riesce a conferire calma ed equilibrio, anche se non dovrebbe essere troppo intenso nella tonalità, in quanto potrebbe sortire l’effetto contrario. Viene utilizzato in tutte le stanze della casa, tranne la cucina.

Altro colore molto utilizzato negli appartamenti è il giallo, in tutte le sfumature che sono disponibili. Ha significati molto positivi, legati a ricchezza e fertilità e pare sia un colore che stimola anche la concentrazione, proprio per questo viene utilizzato spesso negli studi. Per questo motivo si evita di solito in stanze come le camere da letto, dove si predilige il riposo.

Il rosso, invece, è un colore che è molto eccitante e quindi viene evitato per le pareti di casa. Rappresenta la passione, ma utilizzato in tonalità troppo forti potrebbe suscitare inquietudine e nervosismo. Per quanto riguarda invece il colore blu, questo viene utilizzato in maniera molto rilevante nelle abitazioni, in tutte le sue varianti. Può essere sia un colore freddo, rilassante, che viene utilizzato per stanze come il bagno, oppure in tonalità un po’ più scura: ha la capacità di calmare lo stato d’animo e persino regolare la respirazione del corpo. Se troppo scuro, però, potrebbe essere deleterio e suscitare malinconia.

Il nero, invece, è un colore molto particolare che raramente viene utilizzato per le pareti di casa. Di solito è associato al male, al potere, ma anche all’eleganza, sotto certi punti di vista. Viene spesso spezzato con il bianco, per ricreare dei grigi che possono essere anche molto apprezzati in alcuni soggiorni o studi. Sicuramente merita un’accortezza particolare vista la sua natura.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi