I trucchi del coltivatore agricolo professionista

jemsChi coltiva la terra per professione, sa bene che pulirla, predisporla al seminato, annaffiarla e mantenerla sana non è affatto semplice, specialmente se la superficie interessata si estende per molti metri quadrati. Di seguito verranno indicati alcuni piccoli trucchi che vengono attuati dalla maggior parte dei coltivatori e che li aiutano ad ottenere dei raccolti di qualità.

Trinciaerba: l’attrezzo fondamentale per la pulizia del terreno

La trincia motorizzata è un macchinario usato per il taglio di erba, di vegetali di spessore moderato e su manti erbosi che necessitano di essere ripuliti dal verde incolto. Solitamente questo dispositivo presenta: un attacco utile per essere allacciato ad una moto QUAD o ATV, un motore a benzina e una puleggia centrifuga, che permette al motore stesso di non andare sotto sforzo. La larghezza di taglio supera solitamente il metro, per una lunghezza totale di quasi il doppio. Il taglio del verde avviene grazie ad un corpo centrale, chiamato albero, su cui sono posti numerosi coltelli, che triturano e sminuzzano tutto quello che trovano sul proprio cammino. Ovviamente l’altezza di taglio può essere modificata a seconda delle esigenze, grazie a dei bulloni e a delle ruote mosse tramite una leva laterale di facile regolazione. A seconda della tipologia di erba da tagliare le lame possono essere a “Y”, a paletta, a mazzetta o verticali. Verrà da se dedurre quindi che questa macchina è un alleato fondamentale per i coltivatori, in quanto permette di ottenere un terreno perfettamente pulito e in ordine. Un aspetto fondamentale per il buon funzionamento di questo attrezzo è sicuramente la pulizia e la manutenzione. L’erba tagliata infatti, tende se essiccata, a creare delle incrostazioni sulle lame, motivo per il quale i coltelli interni devono essere sempre puliti alla fine di ogni operazione di taglio ed il motore deve essere liberato dalla benzina qualora rimanga fermo per molto tempo.

Agrotecnici, geologi & Co: il team di supporto dell’agricoltore professionista

Un agricoltore professionista per iniziare la propria attività e per far sì che continui nel tempo nel migliore dei modi, deve affidarsi necessariamente ad un team di lavoratori esterni, come ad esempio:

  • Geologi, ovvero esperti che analizzano il suolo, studiano l’origine delle rocce e la possibilità di costruire o seminare su un determinato terreno.
  • Agrotecnico, ovvero un esperto di tecniche agricole che ha il compito di gestire, amministrare e dirigere le imprese che operano nel settore agrario.
  • Fornitori di macchinari professionali, generalmente aziende che si occupano di commercializzare dispositivi di ultima generazione utili per lavorare il terreno e i frutti che esso produce.
  • Operai agricoli, conosciuti anche come braccianti agricoli, ovvero coloro che si dedicano alla coltivazione di prodotti ortofrutticoli. Per svolgere il proprio lavoro si avvalgono dei macchinari venduti dai fornitori di attrezzatura professionale precedentemente citati (trinciaerba, aspiratori, trincia argini, rasaerba, ecc.)

Tutti questi professionisti devono essere scelti con cura, in quanto è dalle loro abilità e competenze che dipende il 50% del lavoro in agricoltura. Solitamente i fornitori dei macchinari agricoli, sono gli esperti giusti a cui chiedere aiuto per reperire i recapiti di geologi e agrotecnici validi.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi