Huawei lancerà il suo nuovo smartphone di fascia alta P40 Pro Plus a livello internazionale alla fine di questo mese, ed è una formidabile sfida al dispositivo di alta gamma di Samsung, il Galaxy S20 Ultra. Ma c’è un però.

Come noto, infatti, il colosso cinese della tecnologia è stato aggiunto ad una lista nera del commercio statunitense nota come “Entity List“. Il che significa che non è più in grado di offrire servizi Google sui suoi nuovi telefoni. E non potendo offrire una versione con licenza di Android, Huawei ha finito con il doverne fare a meno.

Certo, chi ha già provato il P40 Pro Plus negli scorsi giorni, non può che sottolineare la potenza dell’hardware ma… contemporaneamente, anche la mancanza di qualcosa. Si può sempre accedere a piattaforme come YouTube e Google Maps attraverso il browser web di Huawei, ma questi servizi non sono disponibili nell’app store dell’azienda.

Fotocamera

Detto ciò, e tornando all’hardware, P40 Pro Plus è dotato di una potente fotocamera posteriore, dotata di cinque obiettivi, il principale dei quali è un sensore da 50 megapixel. Tra questi sensori c’è un obiettivo con zoom ottico 3x in alto a destra e un impressionante zoom ottico 10x in basso a sinistra.

Attraverso una combinazione di hardware e software, Huawei dice che il telefono è in grado di raggiungere uno zoom 100x – anche se le immagini scattate in questo modo spesso appaiono traballanti e sfocate. Questa capacità di zoom è una caratteristica del Galaxy S20 Ultra di Samsung ed effettivamente le qualità dei due device si avvicinano abbastanza.

Come il suo predecessore, la P30 Pro, anche la P40 Pro Plus di Huawei fa un buon lavoro per consentire la fotografia in condizioni di scarsa illuminazione.

Tra le altre caratteristiche sottolineiamo la presenza di un display da 6,58 pollici molto nitido, che si estende verso i bordi, rendendo le cosiddette “lunette” del telefono sottili come un rasoio. Lo scorrimento è molto più fluido grazie alla sua velocità di aggiornamento di 90 hertz.

Svantaggi

Il problema principale con il P40 Pro Plus è la mancanza di Google. Questo non sarà un problema per i consumatori in Cina, dove il telefono è disponibile dal 6 giugno, dato che i servizi di Google sono comunque bloccati nel Paese. Ma nei mercati internazionali è un grosso problema.

Questo porta a un’altra questione: l’AppGallery di Huawei è piuttosto limitata, manca di diverse applicazioni popolari come Facebook e Disney Plus. Huawei dice che ci sono soluzioni che permettono di scaricare applicazioni che non sono disponibili. Ad esempio, è possibile installare Facebook, WhatsApp e Instagram dai siti web di Facebook, oppure scaricare un’applicazione che trasferisce i dati dal vecchio dispositivo Android. Ma questo crea inevitabilmente un certo attrito, che a sua volta significa una perdita di convenienza.

Per quel che vale, Huawei dice di sperare di poter lanciare le app di Google all’interno di AppGallery, in modo simile a come sono disponibili sull’App Store di Apple. A lungo termine, l’azienda sta anche lavorando al proprio sistema operativo chiamato HarmonyOS. Ma nessuna di queste soluzioni avverrà da un giorno all’altro.

Prezzo

A 1.399 euro, il P40 Pro Plus è più o meno in linea con il Galaxy S20 Ultra. Dato che Samsung può ancora fornire i servizi di Google, probabilmente è ancora una migliore opzione.