Come sono le nuove batterie di Tesla

Tesla sta cambiando la composizione chimica della batteria che utilizza in tutti i suoi veicoli elettrici di gamma standard in una versione con un catodo di litio-ferro-fosfato (LFP). A sostenerlo è stata la stessa casa automobilistica mercoledì scorso, nella sua terza trimestrale diretta agli investitori.

La mossa è probabilmente un modo che Tesla ha individuato per aumentare i margini di profitto sulle sue auto completamente elettriche, senza dover necessariamente aumentare i prezzi dei veicoli. In passato, Tesla è stata criticata per i cambiamenti sporadici dei prezzi dei veicoli e, evidentemente, vuole ora proteggersi da queste critiche. L’azienda sta già producendo veicoli con la chimica LFP nella sua fabbrica di Shanghai. Vende queste auto in Cina, nella regione Asia-Pacifico e in Europa.

La Cina promuove generalmente l’uso di questo tipo di batteria, secondo il ricercatore e consulente di materiali Roskill. L’azienda nota che circa il 95% della produzione di catodi LFP è prodotta in Cina.

A settembre, Tesla ha chiesto ai possessori di prenotazioni della Model 3 negli Stati Uniti se avrebbero accettato un’auto che avesse una batteria fatta con celle LFP al posto delle celle Nichel Cobalto Ossido di Alluminio (NCA) che Tesla aveva precedentemente usato per le berline Model 3 vendute in Nord America. “LFP ha entrambi i trade-off positivi e negativi“, ha detto Sam Abuelsamid, analista principale di Guidehouse Insights. “È significativamente più economico e non richiede alcun nichel o cobalto. È anche più stabile, il che lo rende più sicuro”.

Di contro, le cellule sono meno dense di energia, il che significa che offrono una gamma inferiore per lo stesso peso di altre cellule. Anche il freddo le interessa negativamente di più, ha detto Abuelsamid, che ritiene che il cambiamento di Tesla sia “probabilmente un’idea intelligente perché probabilmente non andranno ad abbassare i prezzi, quindi probabilmente aumenterà la loro linea di fondo”.

Altre case automobilistiche come Ford Motor e Volkswagen hanno espresso interesse nella chimica della batteria per i modelli a basso prezzo, secondo Abuelsamid. Ha detto che è anche particolarmente attraente per i veicoli commerciali come i furgoni per le consegne che non hanno bisogno di una rilevante autonomia.

L’amministratore delegato di Snow Bull Capital, Taylor Ogan, un sostenitore di Tesla di lunga data, ha detto che “le batterie LFP sono più economiche e più sicure. Con questa chimica, si può caricare la batteria del veicolo fino al 100% e non preoccuparsi tanto del degrado a lungo termine. L’altra cosa è che queste batterie sono davvero facili da riciclare. E l’approvvigionamento delle materie prime per queste è più facile da fare, eticamente. Ecco perché le batterie a base di ferro sono già la batteria della Cina, e sono tutto ciò che serve per le auto di gamma standard”.

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi