Come scegliere l’abbigliamento streetwear

In Italia lo streetwear sta prendendo piede come moda solo negli ultimi anni. In realtà ha invece delle basi leggermente più vecchie; negli Stato Uniti questo modo di vestire è nato negli anni ’70 e ’80, ed è arrivato a noi attraverso il grunge e altre tipologie di moda. Si basa sul concetto che per sentirsi bene con se stessi è importante avere a disposizione abiti comodi, larghi, in tessuti piacevoli al tatto e facili da lavare. Oggi anche in Italia esistono negozi, raggiungibili anche in rete, che offrono esclusivamente abbigliamento streetwear, cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Immagine per art.5

Cosa vuol dire streetwear

Tecnicamente il termine inglese significa abbigliamento da strada. In effetti questo tipo di moda si ispira all’abbigliamento di chi esce in strada con lo skateboard e vuole essere comodo e stiloso allo stesso tempo. Alcuni capi sfoggiano dettagli fondamentali: le maglie e i pantaloni sono decisamente abbondanti, le felpe hanno il classico cappuccio, le scarpe sono sneakers dai mille colori. Il tutto condito con stampe colorate, loghi posizionati qua e là, immagini offerte da designer che si dedicano espressamente a questo tipo di moda. Nei fatti ci si potrebbe vestire streetwear anche andando in un qualsiasi centro commerciale; in realtà alcuni capi dovrebbero mostrare almeno una particolarità unica. Per questo oggi esistono designer di streetwear che producono edizioni limitate composte da un numero definito di pezzi, o che utilizzano fantasie e disegni molto originali, dai tentacoli delle piovre fino ai disegni dei tatuaggi delle tribù maori.

Dove si acquista lo streetwear

Come abbiamo detto, un capo può essere streetwear anche se non nasce necessariamente con questo “spirito”. L’importante è che si tratti di jeans e pantaloni cargo larghi, di magliette con varie decorazioni, di felpe con scritte e stampe. Immancabile deve essere anche il cappello, o almeno un paracollo da alzare fin sulla testa, o ancora un bel berretto quando il clima è rigido. Ci sono però negozi che offrono appositamente abiti streetwear, pensati e progettati proprio per rispondere ai dettami di questo tipo di moda. Ovviamente in questi shop non è necessario acquistare un paio di taglie in più rispetto al dovuto, perché l’abbigliamento è già pensato oversize. Esistono brand che producono abbigliamento sportivo che ben si addice al concetto di streetwear, in quanto sono comunque comodi e pratici, in tessuti che ne permettono l’utilizzo per qualsiasi attività.

Lo streetwear anche in ufficio

Stiamo parlando di una moda che incarna in modo abbastanza netto lo spirito dei giovani, di chi va a scuola e ha tanto tempo libero da passare con gli amici. In realtà sempre più spesso i capi streetwear sono indossati anche da chi ha qualche anno in più, non solo per uscire con gli amici ma anche per andare al lavoro o a scuola. Un esempio di questo tipo di cambiamento nel costume generale lo danno le sneakers. Anni fa si usavano quasi esclusivamente per praticare uno sport, anche se i ragazzi le usavano per gran parte del giorno. Oggi esistono sneakers che si possono indossare anche con l’abito per un’occasione formale.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi