Come organizzare tutti i cambiamenti da una casa all’altra

1 move-2481718_1920Hai deciso di cambiare casa o addirittura località? Sono tanti i cambiamenti importanti connessi a tale scelta, che caratterizza la vita di quasi tutte le persone. Le varie operazioni necessarie possono essere fonte di grande stress ed è quindi necessario essere preparati e valutare nei minimi dettagli come organizzare un trasloco.

Come organizzare un trasloco:

Quando si decide di effettuare un trasloco i modi per procedere sono due, organizzare il tutto in autonomia, magari grazie l’aiuto di amici o parenti, oppure affidarsi ad una ditta di traslochi.

Se si decidere di procedere in autonomia, bisogna innanzitutto:

  • Stabilire una lista di cose da fare dando la priorità a quelle più urgenti e necessarie
  • Evitare di farsi prendere dall’ansia di trasferirsi quanto prima, accumulando liste di cose da fare
  • Farsi supportare da chi ha già svolto in passato un trasloco come un amico o un parente.

Affidarsi a degli esperti:

Probabilmente il modo più semplice e veloce per effettuare un trasloco è affidarsi ad una ditta specializzata, solo così si ha la certezza che il proprio arredo venga trasportato in maniera idonea, senza il rischio di causare dei danni ai mobili, soprattutto se questi sono di un certo valore. Inoltre, affidandosi a degli esperti si ha la possibilità di potersi dedicare ad altri aspetti legati ad un trasloco, come ad esempio la pulizia della stessa e le varie pratiche di modifica delle utenze.

Perché fare un trasloco?
Le ragioni possono essere tante. La vita spesso porta ad effettuare dei grandi cambiamenti: da un nuovo impiego alla voglia di far vivere i propri figli in un contesto migliore. Sono tante le circostanze della vita che spiegano il perché di questi cambiamenti. Tuttavia, suddividendo i passaggi in una serie di compiti da svolgere è possibile ridurre la complessità dell’intero procedimento.

Le cose da fare in un trasloco: dagli scatoli alle utenze

In ogni caso, cambiare casa è anche molto emozionante e l’eccitazione potrebbe far dimenticare alcuni compiti importanti. Quindi, è importante pianificare al meglio tutte le cose da fare mentre la casa nuova è ancora vuota. Prima di iniziare il trasloco o il trasferimento in una nuova città o regione, bisogna controllare la propria lista di cose da fare. Una di quelle da prendere subito in considerazione riguarda le utenze di: acqua, elettricità e gas della nuova casa non saranno attive. Questo perché molti venditori, dopo l’atto di compravendita o di locazione, staccano quelle precedenti. Di conseguenza, prima di prendere possesso della nuova abitazione, bisogna accertarsi che tutte le utenze siano aperte e intestate a proprio nome.
Inoltre, bisogna sostituire le serrature, per evitare spiacevoli inconvenienti e ciò può essere fatto solo dopo la firma dell’atto notarile. Inoltre, è necessario riconfigurare il sistema di antifurto se è già presente nella casa. Prima di affittare o comprare casa e organizzarsi con i vari scatoli delle cose da trasferire, è opportuno verificare che l’edificio necessiti di operazioni di manutenzione, per evitare di dover fare un doppio lavoro successivamente al trasloco. Un esempio? Bisogna valutare se è il caso di cambiare infissi e sanitari oppure se il pavimento è in cattivo stato. Una tinteggiatura, molto spesso, non è sufficiente per garantire la vivibilità di una casa. Inoltre, sempre prima di fare il trasloco, bisogna verificare quale compagnia offre il miglior servizio di connessione a internet e i prezzi più vantaggiosi, al fine di non ritrovarsi disconnessi nella nuova casa.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi