treni-cambogiaLa Cambogia è una terra ricca di paesaggi meravigliosi, e luoghi incontaminati. Forse troppo. Sarà per questo motivo che la gente del luogo utilizza treni realizzati in legno o bambù per spostarsi da una zona all’altra. Ebbene si, questa terra non è ancora all’avanguardia e nel paese mancano strutture stradali adeguate. L’unico mezzo di trasporto collaudato è il treno.

L’unica pecca è che non esiste motore su di esso: le persone mettono il vagone sul binario, e poi lo spingono con delle canne di bambù. Insomma, un treno primitivo, rispetto ai mezzi all’avanguardia di cui molto paesi sono proprietari! La ragione di questa arretratezza è presto spiegata: in Cambogia, durante il periodo coloniale francese, venne realizzata una rete ferroviaria particolarmente evoluta e sviluppata per il suo tempo, ma che è stata sostanzialmente abbandonata durante il regime dei Khmer Rossi.

Per questo motivo, la gente che deve spostarsi da un luogo all’altro deve decidere quale mezzo utilizzare: il treno (seppure fatto in legno) è la scelta più ovvia e scontata. C’è da dire che in Cambogia nessuno sembra lamentarsi di questo treno, e di sicuro nessuno si lamenterà dei ritardi o delle eventuali soppressioni!

Se, poi, avete voglia di avventurarvi nell’entroterra potete sempre visitare i ruderi del tempio di Siem Reap: il luogo sembra essere stato completamente inghiottito dalla giungla. Tuttavia, se sei alla ricerca di emozioni forti, vere ed uniche puoi sempre salire sull’Angkor Baloon: questa mongolfiera, fissata a terra, riesce a raggiungere fino a 200 metri di altezza.

Insomma, la Cambogia è una terra che merita, senza dubbio, di essere esplorata e visitata. L’unico inconveniente è capire…come fare! Il treno fatto in legno, però, è al momento la vostra unica e più importante opzione!