Un viaggio è sicuramente un’esperienza di piacere ma può presto tramutarsi in disastro se non ti sei organizzato adeguatamente in ogni suo aspetto. Oggi ti diamo qualche consiglio per pianificare al meglio un viaggio e non ritrovarti nel mezzo di spiacevoli sorprese a migliaia di chilometri da casa.

Ore di volo, distanze e spostamenti

La pianificazione passa per orari e percorrenze. Se è importante calcolare le ore di volo lo è anche calcolare tutte le distanze e gli spostamenti per quando arriverai sul posto. Mentre il calcolo delle ore di volo serve a capire quando arrivi a destinazione e come organizzarti per arrivare in albergo, quello delle distanze ti servirà a pianificare il tuo itinerario di viaggio e a inserire tutte le tappe che desideri visitare. Calcolare le ore di volo è importante per prevedere gli effetti del jet lag e organizzarsi già da casa per contrastarlo. Difatti chi viaggia verso un fuso anticipato dovrà andare a dormire un po’ prima per qualche giorno ed esporsi prima alla luce del mattino, ingannando retina e ipotalamo e abituando il proprio ritmo circadiano. Allo stesso modo chi viaggia verso fusi posticipati dovrà andare a dormire più tardi e ritardare l’esposizione alla luce del mattino. In questo modo e partendo ben riposati gli effetti del jet lag dovrebbero essere quasi del tutto attenuati.

Assicurazioni di viaggio e prevenzione

Un’assicurazione di viaggio andrebbe sempre fatta, sia sui bagagli che sulla salute. Con l’assicurazione, infatti, qualsiasi rischio tu corra è coperto ma la cosa più importante è che se ti trovi a chilometri da casa senza valigia o con un infortunio o un malessere avrai subito a disposizione un pronto intervento che ti aiuterà a risolvere il problema. L’assicurazione di viaggio è una piccola spesa che tutti dovremmo sempre mettere in conto perché pur pianificando al dettaglio qualsiasi aspetto della nostra vacanza ci sarà sempre una buona dose di casualità nella quale rientrano anche gli incidenti spiacevoli. Anche da un punto di vista medico sanitario è importante informarsi sul posto su questo aspetto e agire di conseguenza, magari con vaccinazioni raccomandate, protezioni da parassiti ecc…

Preparare una buona valigia

Informarsi sul clima serve a preparare una buona valigia, completa di tutto quello che ti serve e magari anche piuttosto leggera per lasciare spazio agli acquisti del ritorno. La valigia andrebbe sempre organizzata in base al clima del posto che ci apprestiamo a visitare. Il nostro consiglio è quello di scegliere sempre gli abiti più comodi che abbiamo e di non eccedere con i cambi tenendo presente che scarpe comode e tuta morbida sono due must have che non devono mai mancare. Al resto ci penserai dopo ma ricorda che più sei ben equipaggiato rispetto al posto in cui ti dirigi e più ti godrai la permanenza. Per questo via libera a scarpe comode, cerotti, fazzoletti, ombrelli e k-way ma sempre e solo dopo aver preso informazioni sul clima, sul tipo di posto che andiamo a visitare e sui servizi che offre.