Secondo quanto affermano gli albergatori, l’estate 2017 è la prima vera e propria bella stagione di ripresa dopo una lunga crisi che ha colpito negativamente anche il settore vacanziero. E, dunque, l’estate 2017 sembra essere il periodo del tutto esaurito per il mercato turistico italiano, che si accinge a dimenticare gli affanni degli anni passati per poter intraprendere un nuovo percorso di sviluppo.

Come era lecito attendersi, a fare la parte del leone sono soprattutto le località marine, con le spiagge che sono state invase come non mai da italiani e stranieri. E proprio durante il giorno di Ferragosto è stato possibile compiere un primo parziale bilancio, grazie a Federturismo, che parla di un’estate da promuovere a pieni voti, con 7 su 10 dei 22 milioni di connazionali in vacanza in Italia che hanno scelto le coste di Sicilia, Sardegna, Emilia Romagna, Puglia e non solo, per poter trascorrere qualche giorno di relax.

A proposito di regioni, proprio la Puglia sembra essere la star dell’estate, con un incremento del 15 per cento nel transito passeggeri degli scali di Brindisi e di Bari per i primi sette mesi del 2017, e con un picco del 17,8 per cento a luglio, e 100 mila arrivi e partenze nei quattro giorni del ponte di Ferragosto. In forte crescita, stando alle stime compiute da Confindustria, anche gli arrivi dall’estero, aumentati del 3 per cento rispetto al 2016, con il ritorno a grande richiesta dei russi e la conferma dell’Italia come meta preferita anche per tedeschi, francesi e inglesi.

Per quanto concerne l’intera estate 2017, Federalberghi – Confcommercio ha stimato in 34,4 milioni gli italiani in vacanza tra giugno e settembre, in aumento del 3,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.