Un ordine stop, o stop order, o ordine stop-loss, è un ordine di acquisto o di vendita di uno strumento finanziario tale per cui, una volta che il prezzo raggiunge un valore specificato, noto come prezzo stop, l’operazione viene automaticamente chiusa. In altri termini, quando il prezzo stop viene raggiunto, un ordine stop diventa un ordine di mercato.

Un ordine di acquisto stop viene inserito ad un prezzo stop superiore al prezzo corrente di mercato: ne deriva che gli investitori generalmente utilizzano un ordine di acquisto stop per limitare una perdita o per proteggere un profitto su un’azione che hanno venduto allo scoperto. Un ordine sell stop viene invece inserito ad un prezzo stop inferiore al prezzo corrente di mercato: gli investitori generalmente utilizzano un ordine di vendita stop per limitare una perdita o per proteggere un profitto su un’azione che possiedono.

Prima di utilizzare un ordine stop, gli investitori dovrebbero tuttavia considerare alcuni elementi.

In primo luogo, le fluttuazioni di mercato a breve termine del prezzo di un’azione possono attivare un ordine stop, per cui un prezzo stop dovrebbe essere selezionato con attenzione, non troppo ravvicinato al valore di partenza.

Ancora, lo stop price non è il prezzo di esecuzione garantito per un ordine stop. Lo stop price è un trigger che fa sì che l’ordine stop diventi un ordine a mercato, ma il prezzo di esecuzione che un investitore riceve per questo ordine di mercato può deviare significativamente dal prezzo di stop in un mercato in rapida evoluzione, dove i prezzi cambiano rapidamente.

Un investitore può comunque evitare il rischio di un ordine stop eseguito ad un prezzo inaspettato inserendo un ordine stop-limit, ma il prezzo limite può comunque impedire l’esecuzione dell’ordine.

Infine, rammentiamo che per alcuni tipi di azioni, alcune società di brokeraggio hanno standard diversi per determinare se un prezzo stop è stato raggiunto. Per queste azioni, alcune società di brokeraggio utilizzano ad esempio solo i prezzi dell’ultima vendita per attivare un ordine stop, mentre altre società utilizzano i prezzi di quotazione. Gli investitori dovrebbero dunque verificare con i loro broker quali regole specifiche verranno applicate agli ordini stop.