fare la spesaSecondo alcune ricerche, gli italiani spendono meno in cibo. La recente crisi, infatti, sta mettendo a dura prova le famiglie.

Eppure, seguendo alcuni piccoli trucchi è possibile rendere lo scontrino più leggero, e riempire il carrello: innanzitutto, possiamo comparare i prezzi direttamente da internet, e scegliere il supermercato con le offerte più convenienti o con i prodotti in promozione. E’ bene, poi, scegliere prodotti senza marchio, in quanto più economici.

Inoltre, e forse non tutti lo sanno, molti di questi prodotti “private label” (ovvero senza marchio) vengono realizzati direttamente dagli stabilimenti delle grandi marche.

Sul sito ioleggoletichetta è presente un elenco aggiornato che vi permetterà di scoprire un universo parallelo.

Solo per farvi qualche esempio: i succhi di frutta Auchan sono realizzati negli stabilimenti Yoga, oppure i tortellini firmati Carrefour sono in realtà di Giovanni Rana. L’elenco è molto lungo, e vi permette di farvi un’idea dei numerosi prodotti che i supermercati mettono a disposizione.

Tuttavia, il risparmio non è solo nel fare la spesa, ma è anche nella scelta corretta degli alimenti: un consiglio fondamentale è quello di consumare sempre cibi di stagione. Ciò vi permette di risparmiare in quanto gli alimenti acquistati non provengono da serre riscaldate.

Anche gli avanzi vi permetteranno di fare piatti da grandi chef: il pane raffermo, ad esempio, può essere usato per fare delle buonissime polpette. La verdura avanzata in frigorifero, invece, è utile per realizzare un brodo saporito oppure dei dadi vegetali.

Anche i fondi del caffè possono essere riutilizzati: raccogliete la polvere in un contenitori e, quando sarà pieno, usatelo come fertilizzante naturale per le piante. In alternativa potete mescolarla alla polvere dei piatti: il fondo del caffè potrà essere utilizzato come paglietta per pulire le pentole.

Risparmiare in casa è possibile: fare la spesa con un occhio di riguardo ( e con tanta pazienza), ed evitare inutili sprechi vi permetteranno una gestione più corretta del bilancio familiare.