Nell’era dei telefoni super accessoriati e super performanti ci sono ancora consumatori che preferiscono modelli di smartphone low cost. Le motivazioni per questo tipo di scelta sono varie, a partire dal fatto che oggi anche molti minori possiedono questo tipo di dispositivo. È del tutto comprensibile che una famiglia decida di tagliare il budget per gli smartphone da consegnare ai figli, che devono solo garantire la possibilità di avvisare casa quando si è in ritardo, o in particolari occasione. I prodotti low cost oggi disponibili sono comunque smartphone di livello accettabile, non stiamo quindi parlando dei vecchi cellulari privi di connessione internet.

Quanto si spende per uno smartphone low cost

Per acquistare uno smartphone di livello accettabile oggi si possono usare anche meno di 100 euro, come ad esempio i modelli di cui si possono trovare le recensioni sul sito xiaomi. Stiamo comunque parlando di modelli di buona qualità, che hanno però poco spazio interno per memorizzare applicazioni e file di vario genere. Del resto che intende acquistare uno smartphone low cost spesso non ha la necessità di sfruttare appieno questo tipo di proposta, quindi anche meno di 8 GB di spazio interno possono risultare più che accettabili. Si deve comunque fare attenzione ad alcuni prodotti, che hanno veramente funzionalità eccessivamente ridotte. Prima di acquistare il telefono prescelto è bene verificare che ad esso sia accessibile una versione di Android non troppo datata, in modo da avere la certezza di poter aggiornare regolarmente lo smartphone e tutte le applicazioni che si ha l’abitudine ad utilizzare. Per fare un esempio, un telefono su cui non funziona la più comune applicazione di messaggistica, o un buon navigatore, ad oggi è troppo obsoleto.

Vecchi modelli

Finiscono tra gli smartphone low cost anche i modelli di telefono vecchi. Dopo un paio di anni un telefono top di gamma risulta obsoleto per gli acquirenti che hanno l’abitudine di acquistare questo tipo di prodotti. Il costo quindi cala vertiginosamente, fino a diventare accessibile a chiunque. Con meno di 150-200 euro si possono acquistare i modelli di punta più vecchi, che per alcune persone possono essere ancora perfettamente funzionali, a volte anche con varie funzionalità che non saranno sfruttate appieno. Anche qui possono verificarsi dei problemi di compatibilità, in quanto ogni casa produttrice ad un certo punto della vita di uno smartphone tende ad evitare di rilasciare aggiornamenti regolari per il sistema operativo.

Prodotti cinesi

Il mercato dei telefoni cellulari low cost ha subito un’importante evoluzione con l’arrivo sul mercato europeo dei produttori cinesi. Il loro pubblico di riferimento ha in genere una disponibilità economica molto inferiore rispetto ad un europeo medio, cosa che consente di trovare nei negozi telefoni di alta gamma a prezzi decisamente modici. Certo, conviene sempre e comunque verificare l’hardware usato per costruire questi smartphone, perché in alcuni casi stiamo parlando di materiale decisamente scadente, o  fortemente antiquato. La gamma di prodotti disponibili è però veramente molto ampia, cosa che dà ampio margine di scelta a chiunque.