parco acquaticoUna giornata in un parco divertimenti è un sogno per molte persone, sia per i bambini, sia per gli adulti che non hanno mai smesso di sognare. Si tratta in genere però di un’occasione speciale, che non si ripete troppe volte nel corso dell’anno, soprattutto a causa dei prezzi di queste strutture.

Il biglietto di ingresso

Il costo dei parchi divertimenti cominciano già all’entrata: alcuni parchi propongono dei biglietti d’ingresso veramente costosi. Si deve sempre tenere conto però che molto spesso i biglietti più costosi sono anche quelli che permettono di sfruttare tutte le strutture del parco, senza alcun costo aggiuntivo. Se si hanno dei bambini piccoli è bene ricordare che in alcuni casi non potranno godere di tutto il divertimento possibile: alcune attrazioni sono dedicate ai soli adulti. In questo caso fortunatamente il biglietto per i piccoli è meno oneroso, a volte ogni due adulti un bambino ha l’accesso gratuito. Conviene anche valutare la possibilità di approfittare dei carnet di biglietti per saltare le code: stare ad attendere l’ingresso ad un’attrazione con un bambino può essere snervante, per noi e per lui.

I parchi divertimento in Toscana

Il viaggio verso il parco divertimenti può essere un costo aggiuntivo non indifferente, soprattutto se si trova molto lontano da dove vivete. Se siete in vacanza al mare potete decidere di andare ad un parco divertimenti in Toscana, che si trovi nelle vicinanze del luogo che avete scelto per le vostre ferie. In questo modo potrete risparmiare molto sul viaggio, visto anche che in Toscana ci sono moltissimi parchi divertimento, diffusi un po’ in tutta la ragione, dalla costa fino all’entroterra.

Il pranzo

All’interno di qualsiasi parco divertimenti si trovano bar, ristoranti, piccoli negozi, chioschi di ogni tipo e per tutti i gusti. In molti casi il pranzo al ristorante è un perfetto complemento della giornata al parco, molto piacevole anche per i bambini. Se si vogliono però tagliare le spese può essere particolarmente importante portarsi il pranzo da casa, già porzionato e da conservare in una piccola borsa frigo. Altrimenti è anche possibile portarsi solo qualcosa da bere, visto che anche l’acqua per i bambini può essere costosa all’interno di un parco divertimenti. Per contenere le spese, anche senza rinunciare all’appuntamento con il ristorante del parco, è possibile almeno portarsi qualche spuntino per la merenda, come ad esempio qualche merendina o della frutta fresca, in modo da riuscire ad evitare chioschi e bar.