donna feliceLa stitichezza, o stipsi, è un problema molto comune. Viene identificata come la difficoltà di evacuare le feci. Solitamente, chi ne soffre riesce a “liberarsi” meno di due volte alla settimana.

Di fatto, alcuni sintomi che evidenziano la stitichezza (oltre alla difficoltà di evacuare) è la presenza di feci dure, e di dolori addominali.

Inoltre, chi soffre di stipsi si sente perennemente gonfio. Il massaggio intestinale, in questo caso, può aiutare nella fase dell’evacuazione.

Tuttavia, ci sono alcuni piccoli suggerimenti che permettono di alleviare i sintomi di questo problema: innanzitutto, ricordatevi di idratare il vostro corpo bevendo almeno 8 bicchieri di acqua al giorno. Anche l’attività fisica è importante: questa deve essere costante e regolare. Una camminata (da 40 minuti) al giorno vi permetterà di regolarizzare il vostro intestino.

Inoltre, cercate di evitare uno stile di vita troppo sedentario e ricordatevi di mangiare carne solo tre volte alla settimana: una dieta equilibrata è fondamentale per combattere la stitichezza.

Parlando di dieta, poi, è importante introdurre al suo interno cibi ricchi di fibre: i legumi, a questo proposito, sono privi di colesterolo ed aiutano la regolarità intestinale.

Non dobbiamo dimenticare, poi, le barbabietole, le prugne, i fichi d’india e la frutta secca: tutti questi alimenti, infatti, aiutano a regolarizzare l’intestino,e facilitano l’evacuazione delle feci.

Infine, ricordatevi di iniziare la giornata mangiando due cucchiai di semi di lino interi, seguiti da un bel bicchiere di acqua tiepida: questo “rimedio della nonna” vi permetterà di rendere le pareti dell’intestino più morbide ed elastiche.

Tuttavia, il consiglio più importante è solo uno: rivolgetevi al vostro medico di fiducia per qualsiasi dubbio o esigenza.

Purtroppo non esiste una cura universale per combattere la stitichezza, ma solo dopo un attento esame il vostro dottore riuscirà a darvi una cura specifica.