immobileLa permuta immobiliare consente di scambiarsi immobili riducendo di molto l’esborso monetario. Ovviamente a differenza dei beni mobili, dove è più facile barattare due beni senza alcun versamento di denaro aggiuntivo, nella permuta immobiliare è molto frequente che sia dato un conguaglio.

La crisi che ha colpito il nostro paese ha ridotto drasticamente il numero di compravendite immobiliari. La stretta sul credito operata dalle banche ha fatto scendere di molto l’approvazione delle domande di mutuo, oggi sempre più raramente concessi ai clienti. Ecco perché l’unico modo per far “muovere” il mercato immobiliare è ricorrere alla permuta.

Oggi sono numerosi gli esempi di permute immobiliari possibili. Ad esempio si può permutare

un fabbricato esistente con uno in costruzione, operazione che può essere conclusa tra privati oppure tra impresa di costruzioni e singoli.

Da sottolineare che la permuta immobiliare tra privati presenta il vantaggio di non essere sottoposta al regime iva, pagando un solo atto notarile, il cui conteggio è effettuato soltanto sulle imposte del fabbricato che presenta un valore maggiore, dividendo in parti uguali le relative spese tra i due permutanti. Come si può facilmente evincere, il risparmio è notevole.

Oggi grazie all’utilizzo della rete è possibile visualizzare parecchie opportunità di permute immobiliari. Esistono infatti numerosi portali dove è possibile accordarsi ed effettuare tale tipologia di scambi (per maggiori info clicca su questa risorsa interessante). In questo modo si ha la grande  comodità di poter scegliere e valutare da casa quali sono le proposte che maggiormente interessano, trovando tutta una serie di utili contatti (telefono, mail) per accordarsi sullo scambio.

Non serve prendere la propria auto per andare a trovare l’immobile da permutare, ma tutto viene effettuato da casa, con un notevole risparmio di tempo e di denaro. Una volta presi gli accordi, sarà possibile incontrarsi e concludere l’operazione.