Sai che per poter migliorare l’efficienza sul lavoro è importante pensare in modo positivo^ Il pensiero positivo può avere un effetto enorme su quanto sei produttivo. Immagina questo piccolo scenario: sei sotto pressione perché hai una scadenza ravvicinata da rispettare. Il primo risultato è sentirsi avvolti da un inutile panico, sprecando più tempo a pensare a ciò che si dovrebbe fare piuttosto che a farlo effettivamente. Mentre, se avessi una visione più positiva, lavoreresti più velocemente senza perdere tempo a preoccuparti e dedicando più tempo a fare qualcosa per raggiungere il tuo obiettivo.

Cerca pertanto di pensare sempre in maniera ottimistica e, contemporaneamente, evita le distrazioni. Che si tratti di una notifica al telefono, di un collega che spettegola o della radio in background, le distrazioni sul posto di lavoro possono influenzare notevolmente l’efficienza e i livelli di motivazione. Cerca di evitare il più possibile queste interruzioni – potresti spegnere il telefono e usare cuffie che cancellano il rumore (se il tuo lavoro lo permette) – per rimanere il più possibile concentrati.

Infine, dati delle scadenze brevi. Anche se tutti almeno una volta siamo stati nella situazione in cui abbiamo procrastinato così tanto che finiamo per completare un progetto di una settimana in tre mesi, è una buona idea fissarsi scadenze più brevi e scoprire che in questo modo la propria efficienza può vertiginosamente salire!

Visto che ci sei, abbi sempre cura del tuo posto di lavoro. Una scrivania ingombra potrebbe significare una vita disordinata. E se sei colpevole di una scrivania disordinata, probabilmente sprecherai almeno 10 minuti al giorno alla ricerca del tuo diario, del blocco note o (peggio ancora) di quel documento riservato che è così importante per te. Creando un ambiente organizzato, di contro, sarai in grado di trovare gli articoli più facilmente e concentrarti maggiormente sulle tue attività quotidiane.