opzioni binarieFare trading con le opzioni binarie non è una cosa poi così facile, o meglio, non è tanto semplice come molti utenti potrebbero pensare! Del resto sono sempre più le persone che tentate dal famigerato “guadagno facile” finiscono col vedere in questo settore un appagamento tanto automatico ai loro sogni. Ma non c’è nulla di più sbagliato.

Opzioni Binarie: per tutti o solo per alcuni?

Infatti ogni qualvolta parliamo di trading, alta finanza, opzioni binarie e così via non possiamo che fare riferimento ad investimenti ad alto rischio: solo chi è disposto a perdere una determinata somma di capitale può perciò avventurarsi in questo mondo.

Ma l’essere aperti a questa possibilità non è ancora sufficiente per ritenersi all’altezza del forex, perchè c’è almeno un’altra condizione da dover soddisfare prima di potersi dire un utente attivo nel mondo del trading: l’essere disposto a perdere – oltre che il capitale – tanto tempo utile che si sarebbe potuto impiegare in attività o dedicare ad hobby ben più divertenti. Proprio così, perchè guadagnare ingenti somme di denaro con questo metodo vuol dire sacrificare parecchie ore del proprio tempo libero per studiare libri, leggere articoli, sfogliare riviste e approfondire articoli Internet che trattino di questa tematica. D’altra parte qualunque trader professionista potrebbe testimoniare come la sua fama se la sia conquistata solo a suon di studio e dedizione: i soldi non piovono mica dal cielo!

Come funzionano le Opzioni Binarie

Appurate le condizioni che sono necessarie per poter entrare a far parte di questo mondo, vediamo ora di chiarire il significato più autentico delle opzioni binarie. Lavorare con le opzioni significa avere a che fare con movimenti finanziari riguardanti valute come il dollaro e l’euro, beni materiali come l’oro e il petrolo, e poi ancora azioni, obbligazioni e titoli di Stato.

Il compito di un trader è quello di riuscire a prevedere l’andamento che il prezzo di un dato asset assumerà nell’immediato futuro (e quindi nei prossimi 60 secondi, così come nei minuti, nelle ore o nei giorni che seguono): qualora la previsione registrata al proprio broker di riferimento dovesse rivelarsi giusta, al trader verrebbe corrisposta una percentuale di guadagno che in genere va dal 60 all’85%; mentre nell’ipotesi in cui la previsione iniziale dovesse prendere un esito negativo il trader dovrebbe allora accettare di trovarsi dinanzi ad una perdita.

Opzioni Binarie: ne esistono di molteplici?

Il fatto stesso che si dica di dover “prevedere l’andamento di un dato prezzo” implica il dover affrontare diverse metodologie d’azione, seppur tutte rigorosamente accomunate da un unico meccanismo di fondo. Tanto per intenderci, il trader operante in opzioni può ritrovarsi a dover stabilire se il prezzo X toccherà o meno una determinata cifra, oppure se il prezzo X chiuderà la propria posizione all’interno di un intervallo prestabilito, o ancora se quello stesso prezzo X chiuderà la posizione con un valore più alto o più basso rispetto a quello di partenza.

Queste possibilità di previsioni sono naturalmente contraddistinte da un fattore temporale che in questo mondo assume un ruolo di primaria importanza, perchè a seconda del fatto che un utente decida di lavorare su opzioni a 60 secondi o che opti invece per quelle con scadenza ad ore di distanza, cambia, e non di poco, la strategia da attuare a monte.

Insomma la questione è davvero molto interessante quanto complessa da approfondire. Per questa ragione preferiamo rimandarvi a guide che possano essere un po’ più complete sotto questo punto di vista, ma che soprattutto, dall’alto della loro esperienza, siano in grado di definirvi aspetti che potrebbero non risultarvi ancora ben chiari. Uno dei tanti siti che operano in materia proponendo approfondimenti tematici davvero ben fatti è il seguente: www.leopzionibinarie.it/opzioni-binarie/