I market order (Ordini a mercato) e i limit order (Ordini al limite) sono i due tipi di ordine più comuni sul Forex e in generale sul mercato del trading online. Ma cosa sono?

Iniziamo con l’ordine a mercato. Il market order è un ordine destinato a comprare o vendere un’azione al miglior prezzo disponibile. Generalmente, questo tipo di ordine sarà eseguito immediatamente. Tuttavia, il prezzo di esecuzione di un ordine a mercato non è garantito! È importante per gli investitori ricordare che l’ultimo prezzo negoziato non è necessariamente il prezzo al quale un ordine di mercato sarà eseguito, e che nei mercati in rapida evoluzione, il prezzo di un ordine di mercato spesso si discosta dall’ultimo prezzo negoziato o dalla quotazione “in tempo reale”.

Ad esempio, può capitare che un investitore inserisca un ordine di mercato per acquistare 1000 azioni XYZ quando il miglior prezzo di offerta è di 3.00 euro per azione. Se gli altri ordini vengono eseguiti per primi, l’ordine di mercato dell’investitore potrà essere eseguito ad un prezzo più alto.  Inoltre, un mercato in rapida evoluzione può causare l’esecuzione di parti di un grande ordine di mercato a prezzi diversi.

Ad esempio, un investitore può inserire un ordine di mercato per acquistare 1000 azioni XYZ a 3.00 euro per azione. In un mercato in rapida evoluzione, 500 azioni dell’ordine potrebbero essere eseguite a 3.00 euro per azione e le altre 500 azioni potrebbero essere eseguite ad un prezzo più alto.

E gli ordini al limite? I limit order sono ordini per comprare o vendere un’azione ad un prezzo specifico o migliore. Un ordine limite di acquisto può essere eseguito solo al prezzo limite o inferiore e un ordine limite di vendita può essere eseguito solo al prezzo limite o superiore. L’esecuzione di un ordine limite non è garantita. Un ordine limite può infatti essere eseguito solo se il prezzo di mercato dell’azione raggiunge il prezzo limite. Mentre gli ordini limite non garantiscono l’esecuzione, di contro possono aiutare ad assicurare che un investitore non paghi più di un prezzo predeterminato per un’azione.

Ad esempio, un investitore potrebbe voler acquistare azioni di azioni ABC per non più di 10 euro. L’investitore potrebbe inserire un ordine limite per questo importo che verrà eseguito solo se il prezzo delle azioni ABC è di 10 euro o inferiore.