duomo milanoTante persone pensano che Milano sia fredda, troppo veloce e architettonicamente poco interessante. Il giudizio si rivela quanto mai approssimativo, perché Milano è una città apparentemente grigia e poco interessante. Il suo cuore è infatti caldo e batte forte di un’architettura nascosta e dai tratti molto affascinanti. Prova ne sono le tipiche corti milanesi, porzioni di abitato nascoste, che rivelano un’allure davvero speciale. Le abitazioni milanesi, soprattutto quelle inserite nel centro storico e nei quartieri più popolari, sono realizzate in modo speciale, per certi versi intelligente e per altri decisamente intellettuale. Gli immobili di prestigio a Milano nascondono infatti delle corti che permettono di vivere gli spazi aperti dall’interno, con accessi da portoni che a prima vista sembrano non suggerire nulla di buono, ma che una volta aperti regalano emozioni non da poco.

Si tratta di un’architettura ricercata, che si propone di generare degli spazi aperti che non si affacciano sulla strada, sempre caotica e trafficata, ma di riservare uno spazio interno vivibile e riparato agli abitanti. Chi ha il piacere di scoprire le corti milanesi può fare un viaggio in un’architettura ricercata, che mescola ai patii delle porzioni di verde inaspettato, dove il tutto è realizzato con l’attenzione antica per la vita comunitaria e per la ricerca di spazi a misura d’uomo.

Spesso le corti sono adornate di alberi secolari e presentano tanto spazio riservato al verde. I giardini sono curati e rivelano un fascino barocco che risulta difficile da trovare altrove. Merito di uno studio degli spazi attento e della volontà di salvaguardarli dalla costruzione e dalla cementificazione. Non di rado, gli immobili che accolgono queste corti hanno scelto di inserire i living e le cucine al piano terra, per gustarsi questa ambientazione al meglio e dare vita ad uno sbocco vivace quanto salubre per gli abitanti. Altre volte, gli abitanti hanno destinato le corti interne al ricovero delle biciclette o dei motorini e hanno scelto di inserire panchine e spazi comuni che permettono di gustare la corte interna nelle calde serate estive.

L’esempio più eclatante di corte milanese si legge nei locali, che hanno scelto di convertire abitazioni antiche in luoghi pubblici, offrendo un servizio di ristoro all’aria aperta ai clienti. In questo caso Milano riserva delle sorprese incredibili, perché molti locali che nella facciata sembrano dei piccoli posticini mordi e fuggi, regalano un’esperienza incredibile nella loro porzione interna, dove è possibile accomodarsi al fresco di alberi secolari e nel mezzo di un’architettura piacevole e ricca di suggestione. Tutto questo è Milano, una città che chiede di essere scoperta poco a poco, con tenacia e senza mai dimenticare di avventurarsi fra i suoi fascinosi pertugi.