protesi senoNegli ultimi anni il ricorso ad interventi estetici di vario è genere è in crescente aumento. Per le donne uno degli interventi più richiesti è sicuramente quello di mastoplastica, molte volte di tipo additivo: si interviene per avere un seno più grane e pieno. Del resto il seno è una delle parti del corpo femminile che più colpiscono e che si notano maggiormente. Per molte donne avere un seno piccolo è fonte di un estremo disagio, cosa che si cerca di risolvere con un intervento chirurgico.

Un intervento non eccessivamente invasivo

Chi vuole sottoporsi ad un intervento di mastoplastica deve comprendere che si tratta di un tipo di intervento non eccessivamente invasivo. Il chirurgo pratica un’incisione la più piccola possibile, evitando così di lasciare cicatrici ben visibili. Le incisioni sono nascoste nella parte inferiore del seno e attorno al capezzolo. L’intervento non è particolarmente prolungato, mentre la durata della fase post operatoria dipende da una serie di fattori. L’organismo di ogni soggetto infatti risponde in modo diverso sia all’intervento, sia alle cure successive. In linea generale dopo una mastoplastica trascorrono alcune settimane prima che si possa godere del nuovo seno ricostruito ad arte.

Interventi successivi

Le protesi utilizzate per la mastoplastica additiva non sempre vengono accettate dal corpo ospitante. Questa è la principale motivazione per cui questo tipo di intervento non ha sempre successo. Oltre a questo non è in frequente che, con il passare degli anni, la protesi tenda a deteriorarsi necessiti di essere sostituita. Per questo motivo eseguire un intervento di mastoplastica additiva in giovane età porta molte donne a doversi sottoporre ad un secondo intervento, dopo un lasso di tempo non calcolabile, che dipende da una serie di fattori. In linea generale comunque si tratta di un intervento sicuro e ormai ritenuto di routine da parte di molti chirurghi plastici.

Metodi alternativi

Il ricorso alla mastoplastica non è l’unico metodo per avere un seno turgido e compatto. Oggi in commercio si trovano infatti anche prodotti cosmetici in grado di stimolare lo sviluppo della ghiandola mammaria e di rassodare i tessuti che la sostengono. Un esempio è Senup Italia, un prodotto tutto italiano, a base di principi attivi naturali, che rimodella il seno in modo progressivo. La crema si stende sulla cute ogni giorno, preferibilmente dopo la doccia, e consente di migliorare la pelle che sostiene il seno e di renderlo più turgido. Il risultato è ottenibile ad ogni età e Senup può essere utilizzato anche durante la gravidanza.