klebsiellaKlebsiella è il nome di un genere di batteri gram negativi, molto diffusi ovunque, presenti anche sul nostro corpo. Alcune tipologie di Klebsiella fanno parte della flora batterica intestinale degli animali e dell’uomo. Purtroppo lo sviluppo di questi batteri può in alcuni casi portare a malattie gravi, che a volte sfociano anche nella morte di chi ne è affetto. Trattandosi di malattie dal decorso repentino, è necessario imparare a conoscerle meglio, per potersi rivolgere ai sanitari ai primi sintomi.

Che malattie causa la Klebsiella

Uno sviluppo anomalo di questi batteri può avvenire in condizioni particolari; esistono diverse specie di Klebsiella, tra le quali ricordiamo la Klebsiella pneumoniae e la Klebsiella oxytoca. Nelle persone sane e in condizioni di vita normale questi batteri fanno una vita che non porta alcun tipo di problema a chi li ospita, sulle mucose, all’interno di alcuni organi, o sulla pelle. Ci sono situazioni particolari però in cui la Klebsiella ha uno sviluppo anomalo, che può portare a sviluppare rapidamente malattie come la polmonite, la setticemia o la gastroenterite. In alcuni casi i pazienti attaccati dalla Klebsiella non vengono curati in modo corretto e questo può portare alla morte.

In quali casi la Klebsiella si sviluppa più rapidamente

La Klebsiella è uno dei più temibili batteri da nosocomio. Si tratta infatti di un batterio ubiquitario, che tende ad avere uno sviluppo anomalo soprattutto negli ospedali e nelle case di cura. In queste situazioni possono anche presentarsi ceppi di Klebsiella particolarmente difficili da debellare, perché resistenti ai più diffusi antibiotici. Molto spesso i pazienti affetti da malattie causate dalla Klebsiella sono immunodepressi, o persone che hanno trascorso lunghi periodi in reparti di rianimazione.

Come riconoscere la Klebsiella

Purtroppo in alcuni casi la morte dei pazienti affetti da malattie causate dalla Klebsiella è dovuta al mancato riconoscimento del batterio. Questo perché in persone immunodepresse, o con gravi patologie, sono diverse le motivazioni che possono portare a sviluppare malattie quali la polmonite, la bronchite o la gastroenterite. Per poter curare tali patologie è importante riconoscerne la causa nella Klebsiella, perché questo batterio si può debellare solo utilizzando particolari antibiotici. La sua presenza si nota soprattutto attraverso una coprocoltura, perché il batterio tende a svilupparsi soprattutto in area intestinale. Chi soffre di malattie respiratorie causate dalla Klebsiella mostra spesso la presenza di sangue nell’espettorato; chi soffre di gastroenterite invece mostra sangue nelle feci. La sola presenza di questo sintomo dovrebbe portare i sanitari a verificare la presenza di Klebsiella nel paziente.