Il cartongesso oggi è un materiale molto utilizzato, sia nelle ristrutturazioni, sia nelle abitazioni di nuova realizzazione. Si tratta di pannelli in gesso e cartone, che sono posizionati su supporti metallici, con la possibilità di dare vita a tramezzi con intercapedine, pareti divisorie di varie misure e dimensioni, librerie e mobili in finta muratura, strutture di vario tipo. La versatilità del cartongesso e la facilità di posa sono tra le caratteristiche responsabili della sua ampia diffusione, dopo aver posizionato le strutture è però necessario rivestirle con intonaco e vernice, in modo da renderle del tutto simili a pareti in muratura.

Come si procede

Il primo passo per rivestire il cartongesso consiste nello stuccare le giunture tra i vari pannelli. Inizialmente è importante ripulire la superficie, in modo da togliere l’eventuale polvere, prodotta solitamente durante il taglio dei pannelli a misura, ma anche residui di collanti o di sostanze di vario genere. La superficie del cartongesso si può pulire con un panno morbido, ma anche con l’aspirapolvere se l’ambiente è particolarmente saturo di polvere. Del resto in un cantiere si creano detriti vari, che possono produrre polvere e altri tipi di sporco, che con facilità si attacca alle pareti. Dopo la pulizia è necessario coprire ogni scabrosità della parete in cartongesso, come le giunture tra i pannelli, ma anche eventuali rotture o anche pannelli non perfettamente lisci. In commercio infatti sono disponibili pannelli in cartongesso con diversa grana. Tale operazione si effettua con un apposito stucco, che conferisce al lavoro finito una grana perfettamente uniforme. Per lavori di questo genere è possibile contattare imbianchino roma easy.

L’imbiancatura

Dopo aver perfettamente sigillato i pori e le asperità del cartongesso e aver ottenuto una superficie piana si procede all’imbiancatura, utilizzando una classica vernice per interni. I pannelli di cartongesso sono studiati per preparare strutture murarie interne alla casa. Per questo motivo sono perfettamente adatti ad essere rivestiti con qualsiasi tipologia di pittura murale si decida di stendere. Conviene però ricordare che non tutto il cartongesso è dello stesso materiale. Ci sono infatti pannelli ignifughi, pannelli resistente all’acqua e altri che invece non solo sono. Conviene sempre valutare il tipo di cartongesso che si posa e verificare i suggerimenti della ditta produttrice per quanto riguarda la pittura che meglio permette di ricoprirne la superficie. A tal proposito infatti può capitare che una vernice eccessivamente fluida sia assorbita in modo anomalo, o che non si riesca a stendere con facilità.