Fine-di-un-amoreCome si affronta una separazione? In realtà, non esiste un vero e proprio metodo: la fine di un amore non è mai una cosiddetta “passeggiata di salute”, nonostante la richiesta possa venire da entrambi. Eppure, esistono dei segnali che ci permettono di comprendere come evitare di dirsi addio.

Alla base di tutto, ed è bene tenerlo bene a mente, c’è sempre la comunicazione  e il rispetto reciproco: le discussioni sono normali in una coppia. Eppure, queste non devono diventare il “pretesto” per scontrarsi su ogni singolo argomento. In quest’ultimo caso, infatti, c’è sicuramente qualcosa da rivedere.

Evitate anche di chiudervi in lunghi silenzi: molte coppie, per evitare di litigare, preferiscono smettere di parlare. Questo è sicuramente sbagliato, e controproducente: la mancanza di comunicazione, e di scambio di idee, può provocare l’allontanamento reciproco.

Evitate, poi, di evidenziare ogni singolo difetto del vostro partner: il carattere del coniuge non potrà certo essere cambiato improvvisamente. Siete voi (ed ovviamente dovrete farvi un esame di coscienza) che dovete capire se questo atteggiamento vi può ancora far piacere oppure no.

Attenzione, poi, ad un dettaglio: se il vostro partner torna a sentirsi con un ex-fidanzata (o un ex compagno) senza un apparente motivo, può significare che in questo momento si sente tagliato fuori dal vostro rapporto e che quindi necessita di sostegno e attenzione da parte di qualcun altro.

Infine, attenzione alle dipendenze: i giorni di tristezza possono capitare a tutti, ma la depressione è tutta un’altra cosa. Proprio come la dedizione all’alcol, e ai giochi (o ai siti) su internet: in questo caso, la vostra presenza costante deve essere forte e ben accentuata.

Solo in questo modo, infatti, il partner riuscirà a superare questo momento di “stanchezza affettiva” o di crisi personale. I problemi si possono sempre risolvere, ma ciò che conta è la presenza solida e continuativa del partner!