roaming

Non tutti sanno cosa sia il “roaming, un termine tecnico che deriva dall’inglese to roam” = “vagare”, “andare in giro”, e che viene utilizzato per indicare quelle tecnologie, norme e procedure che consentono ai cellulari di essere rintracciati all’interno di una o più reti telefoniche e di essere messi in comunicazione con altri apparecchi appartenenti alla stessa rete o a reti diverse.


Il roaming consente agli smartphone di mantenere la connessione alla rete GSM anche quando si passa da una zona coperta da un operatore mobile a zone raggiunte dal servizio di un altro operatore.

Questo spiega perchè, pur trovandoci nella città di un altro stato, siamo in grado di utilizzare il nostro cellulare, pagando solamente i supplementi (a tal proposito ciascun gestore ha la propria politica e tariffe differenti).
Infatti, 
quando siamo in una nazione straniera possiamo utilizzare la nostra sim grazie agli operatori telefonici del paese ospitante. L’utente si trova al di fuori del campo del proprio operatore, ma potrà ugualmente utilizzare tutti i servizi connessi alla sua SIM, quindi effettuare e ricevere chiamate, inviare e ricevere sms, navigare in Internet, etc.

Rispetto alle tariffe in roaming internazionale, l’Unione europea ha approvato un regolamento relativo alla gestione e definizione delle stesse entro i confini europei per ottenere una riduzione dei prezzi per i consumatori attraverso l’impostazione di una soglia massima da applicare per le chiamate effettuate o ricevute tra paesi UE. Un tempo, infatti, i costi erano decisamente più elevati, mentre adesso esistono tariffe apposite, talvolta fisse, che ci permettono di navigare su Internet o effettuare chiamate a un prezzo più basso senza alcuna difficoltà.
Per risparmiare ulteriormente, è possibile disporre di più di una sim: chi per lavoro o affari privati visita di continuo una determinata località, potrà benissimo possedere e 
utilizzare una scheda sim di un operatore telefonico di quel paese. Basterà semplicemente avere più di un cellulare o ovviare al problema con un normalissimo smartphone android dual sim.


Quando il cellulare tenta di connettersi alla rete madre e non riesce, cerca allora di stabilire la connessione alla rete ospitante che contatta la rete madre per ricevere informazioni in merito al tentativo di accedere alla rete e, se vi è l’autorizzazione, a connettersi in roaming.

Una volta verificato questo, ci si potrà connettere alla rete ospitante che trasferirà alla rete madre tutte le informazioni riguardanti le attività dell’utente, quando ovviamente si trova in roaming.
In un secondo momento, grazie alle informazioni convogliate attraverso il proprio numero, è possibile individuare il Paese verso cui la chiamata deve essere indirizzata, come anche l’operatore e la rete mobile. E’ proprio tale processo che permetterà di effettuare la chiamata.

 

Il roaming riguarda telefonateSMS, ma anche il traffico dati e la connessione Internet. Questa procedura si avvia anche nel proprio paese per assicurare la navigazione mediante chiavette USB o per fornire il traffico dati di smartphone e tablet mediante reti di altri gestori.


Nelle aree non coperte dai servizi di traffico dati del proprio gestore, 
gli utenti dovranno scegliere se pagare o meno per il servizio di roaming dati, che non è gratuito naturalmente. Per le telefonate effettuate in roaming, come già ribadito, è stato stipulato un accordo europeo per calmierare i prezzi e mantenerli entro un certo margine. Lo stesso non avviene, però, per il roaming dati, che per molti viaggiatori assidui diventa un problema perché non possono utilizzare le funzionalità dello smartphone, e anche perché le tariffe internazionali per il roaming dati sono costose, quindi navigare può comportare anche spese molto alte.

Per ovviare a questo problema si può disattivare la funzione del roaming dati sullo smartphone. Negli Android si deve andare su Impostazioni, Rete/Dati Mobile, Roaming Dati e semplicemente deselezionare la relativa opzione.
Per i 
sistemi iOS il percorso è Impostazioni, Generali, Cellulare e disabilitare il Roaming Dati.
Con
 Windows Phone dovete agire da Impostazioni, Rete Cellulare e selezionare “Non collegare in roaming”.

Su BlackBerry: Gestisci connessioni, Opzioni di rete mobile e disattivare l’opzione Durante il roaming”.

Come risulta evidente è possibile gestire al meglio lo smartphone anche all’estero, con un occhio al risparmio. Conoscere questi “trucchi” può agevolare le proprie tasche. E per chi è spesso in viaggio tra due nazioni, l’ideale è disporre di uno smartphone Android Dual Sim economico, dato che può ospitare due sim, una da utilizzare nel proprio paese, l’altra nel paese ospitante.