Stando a quanto riferiscono le ultime stime prodotte da Bain & Company, il mercato dei beni di lusso globale dovrebbe crescere quest’anno del 6 per cento a tassi di cambio costanti rispetto a quanto non fosse stato rilevato nel corso dell’anno precedente, e del 4-5 per cento medio l’anno nel prossimo triennio, passando dai 262 miliardi di euro stimati per il 2017 a 295 – 305 miliardi di euro nel corso del 2020.

A conferma di ciò, si noti che dopo un 2016 in leggero calo, il mercato Tax Free Shopping, che traccia gli acquisti dei turisti stranieri in particolare nei settori lusso e moda, è tornato a crescere a doppia cifra (+11 per cento) in Europa nei primi nove mesi dell’anno e, anche nell’ultimo trimestre, dovrebbe proseguire questa tendenza positiva, con una crescita stimata del 6-7 per cento, secondo le stime di Global Blue.

Sempre in merito alle più autorevoli e recenti stime sull’andamento del settore in questione, il consensus Altagamma sul mercato dei beni personali di lusso sta stimando una crescita del 10 per cento dell’EBITDA nel 2018 rispetto alla media di quest’anno.

Complessivamente, gli esperti del settore stanno vedendo per l’anno prossimo ancora una forte crescita delle vendite del mercato asiatico (10 per cento), che dovrebbe pertanto contribuire a trainare il trend in questione, seguito da Europa e Nord America (+4 per cento di sviluppo su base annua per entrambi).

Insomma, non ci resta che attendere la conferma di tali dati, che dovrebbero tuttavia ribadire un buon impulso per le imprese che operano nel settore, e che dovrebbero pertanto aprire nuovi margini di sviluppo per tutti gli investitori che sceglieranno di conferire la giusta fiducia in questo comparto.