linguaggio-caniIl tuo amico a 4 zampe vuole comunicare con te. Purtroppo, non sempre siamo in grado di comprendere al meglio i loro segni. I cani, infatti, hanno un loro particolare linguaggio: sta a noi cercare di capirli, e soprattutto di farci capire. Ecco alcuni suggerimenti per andare incontro al nostro amico Fido, senza sbagliare.

Esistono tanti piccoli accorgimenti per comprendere se il nostro amico a 4 zampe è contento, oppure sta attraversando un momento di imbarazzo o fastidio. Prima di tutto, dobbiamo sempre osservarlo con attenzione: un semplice movimento della testa, uno sbadiglio oppure una corsa nascondono molto di più di quello che immaginiamo.

Se, ad esempio, il vostro amico a 4 zampe sta sbadigliando mentre lo state rimproverando, non prendetevela: in realtà, non è annoiato dai vostri lamenti, ma sta cercando di farvi comprendere che ha paura della vostra reazione, e che vorrebbe tranquillizzarsi. Per rimetterlo a suo agio, sbadigliate anche voi: in questo modo si calmerà rapidamente.

Uno dei problemi più diffusi è l’incontro con altri cani: provate a guardare con attenzione se, quando li vede, gli corre incontro descrivendo delle curve. Se lo fa, sta dicendo al cane che ha di fronte che è in pace, e che vuole socializzare. In questo caso, evitate di tirare il guinzaglio. Se, invece, non fa le feste ma resta nel suo spazio, non costringetelo ad avvicinarsi: il vostro amico a 4 zampe sta solo studiando la situazione.

Parlando di disagi, ci sono due comportamenti da tenere sotto controllo: se Fido si lecca il muso (e non ha appena finito di mangiare) significa che sta vivendo un disagio. La stessa cosa avviene quando si scrolla il pelo: in quel momento c’è qualcosa, o qualcuno, che non gli piace. Infine, se ci fa un inchino non lusingatevi troppo: vi sta chiedendo di giocare con lui!