oroLa notizia era nell’aria già da tempo, e adesso anche i dati ufficiali confermano il cambio di tendenza per le attività di compro oro. Al convegno tenutosi la settimana scorsa “Evoluzioni sul commercio dell’oro e degli oggetti preziosi” sono stati pubblicati questi dati: quasi il 50% dei compro oro hanno chiuso dall’inizio del 2013.

Dei 35.000 esercizi di compro oro e gioielli presenti all’inizio del 2013 solo 20.000 sono ancora in attività. Questo significa che quasi la metà ha chiuso nell’arco di poco più di un anno lavorativo. La crisi, o ridimensionamento del mercato per essere più precisi, era stata prevista anche se non in così grande misura.

A seguito del boom l’offerta è diventata eccessiva rispetto alla domanda, con l’apertura di migliaia di negozi compro oro in tutta Italia. Se consideriamo inoltre che il valore dell’oro è calato sensibilmente nell’ultimo anno, la difficile situazione è facilmente spiegata.

Le attività di compro oro che stanno superando questa prima crisi di settore l’hanno fatto adeguandosi alle richieste del mercato. Il target principale è mutato, dalle persone che in estrema difficoltà finanziaria vendevano i propri oggetti d’oro a quelle che non hanno necessità immediate ma decidono di monetizzare i propri oggetti di valore.

L’adattamento dei compro oro è stato nell’ampliamento dei propri servizi. Siccome nelle case degli italiani le quantità di oro si sono quasi azzerate, è ora possibile vendere altri oggetti preziosi come gioielli, monete, diamanti e pietre di valore. Un secondo ma non meno importante servizio in più è la possibilità di valutare e vendere i propri oggetti direttamente online, dal sito del compro oro. In questo modo i clienti hanno più libertà di scelta e possono cercare la valutazione migliore comodamente da casa.

Grazie a questi piccoli accorgimenti i negozi di compro oro stanno scongiurando la crisi del settore, a prescindere così dalla mancanza di oro e dagli andamenti di mercato.

Per chi fosse interessato a seguire l’andamento dell’oro proponiamo un link che potrà esservi d’aiuto per la quotazione dell’oro usato.