topiPuò capitare che i topi infestino luoghi destinati alle attività commerciali, quindi ristoranti, bar, alberghi,negozi di alimentari, grandi supermercati, ma anche mense aziendali, luoghi dove si trovano e/o si vendono alimenti.

Molti esercenti di medie e piccole aziende non hanno le possibilità economiche per poter far fronte ad una infestazione di roditori professionale, ed il rischio è però quello di vedersi privati per diverso tempo della possibilità di lavorare.

Richiedere l’intervento di una ditta di derattizzazione è però importante per affrontare la lotta contro il rischio di infestazione da roditori. Ma la ditta responsabile dovrà compiere una serie di passi per assicurare la pulizia da questi animali. Per prima si tratterà di bonificare le aree di vegetazione esterne, se presenti; ridurre le possibile vie d’accesso e le fonti alimentari, i depositi di residui della produzione; bonificare le aree esterne che rappresenta la maggior parte degli interventi preventivi volti ad allontanare i roditori. Le aree esterne dove si trova molta vegetazione rappresentano delle opportunità alimentari e di rifugio per i roditori.


Per tenerli lontani la vegetazione erbacea deve essere rimossa definitivamente, o almeno periodicamente entro i 2/3 metri intorno all’edificio.


In questa opera di bonifica rientra anche una cura periodica di potatura di alberi per evitare che, crescendo, arrivino troppo a ridosso dei tetti e che sono facili mezzi di transito per un topo o un ratto nero all’interno dell’azienda. E’ consigliabile anche evitare anche la presenza di acque stagnanti, fossati, fontane o laghetti che rappresentano per i ratti una fonte d’acqua.

Rimuovete macchinari in disuso, legno, depositi di pallet o di detrito che si trovino vicino al negozio o all’azienda.

Per allontanare i roditori è anche importante che i depositi di rifiuti esterni siano riposti in appositi contenitori, dove i roditori non possano arrivare, e che siano collocati il più distante possibile dall’edificio.

Altro metodo per tenere lontani i roditori è provvedere alla chiusura di qualsiasi transito che possa farli introdurre nell’edificio, attraverso delle semplici regole e dopo essersi informati sul comportamento dell’animale da derattizzare che infesta l’ambiente commerciale.

Uno dei punti d’ingresso più usato dai topi sono le porte e le fessure sotto le porte. Sono sufficienti solo 6mm per permettere l’entrata di un topo domestico. E’ indispensabile ispezionare le coibentazioni e le aree del tetto. I topi possono penetrare dalle zone non sigillate adeguatamente, come dalle giunture tra due costruzioni, attraverso le guaine di coibentazione realizzate in materiali non resistenti, vecchie o mal collocate, o anche attraverso lo sbocco dell’impianto di areazione. Allontanare i roditori significa intervenire sigillando tutte le possibili aree di rifugio, le cavità, i fori e le intercapedini.

E’ importante anche ridurre le possibili fonti alimentari attraverso operazioni di pulizia che devono riguardare le affettatrici, le macchine della pasta etc… perché negli interstizi dei macchinari restano piccolissimi residui che rappresentano ottimo cibo per il topo.

E’ fondamentale conoscere le abitudini dei roditori, sapere come si muovono, cosa mangiano, quando si riproducono, quali malattie possono provocare e quali sono le soluzioni che abbiamo a disposizione per liberarcene.

Prima di proseguire con la derattizzazione professionale è richiesta tutta una serie di operazioni fra cui quelle che abbiamo citato. In conclusione possiamo avvalerci di un supporto professionale, se volete ulteriori informazioni, visitate la risorsa web derattizzazioni.milano.it.