astronomiaProfessione astronomo: quali sono i requisiti necessari per diventare astronomi? Un ambito bellissimo, affascinante, che richiede prima di tutto la passione e poi lo studio e la continua ricerca.

Ma prima di addentrarci nel dettaglio, di quello che si deve fare per diventare astronomi, è utile fare chiarezza e capire quale sia la figura dell’astronomo, cosa fa e di cosa si occupa.

L’astronomo è uno scienziato che studia facendo delle ricerche scientifiche, per conoscere gli eventi e gli oggetti che si trovano nell’Universo. Prima di ammirare cielo e stelle, perché non è escluso che anche lui possa farlo, l’astronomo è un fisico e che guarda il cielo con occhio scientifico e rigorosamente matematico.

Avete presente l’ultima scoperta in ordine cronologico sull’esistenza di un pianeta roccioso? Ecco, questa sensazionale scoperta è stata fatta da un gruppo di astronomi e ricercatori dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’Università di Padova.

Fisico e astronomo sono due profili affini, infatti il percorso da seguire è molto simile. Un fisico può specializzarsi per diventare astrofisico.


Scegliere di studiare astronomia all’università, richiede la conoscenza di materie come la matematica e la geometria. L’astronomo studia la fisica, la matematica e la chimica. L’astronomo deve riconoscerne il “linguaggio” e saperlo maneggiare perché l’astronomia si scrive con le formule matematiche, che descrivono oggettivamente i fenomeni e gli oggetti dell’Universo.

Per diventare astronomi bisogna avere anche molta curiosità e passione per la fisica e la scienza, per la sperimentazione.

L’astronomo, come il fisico o qualsiasi altro scienziato, è un lavoro che richiede passione. Ogni persona può diventare astronomo, ma deve essere motivata e amare lo studio, la ricerca e la professione.

Generalmente si sceglie di intraprendere questa carriera quando si finisce la scuola superiore e si deve scegliere un percorso universitario.

Le strade da seguire sono il corso di laurea in astronomia, a Bologna e a Padova, oppure il corso base di fisica e specializzazione in astrofisica o cosmologia.

Il corso in astronomia fornisce le basi e conferisce il titolo di astronomo. Il corso triennale in fisica fornisce una preparazione più generica, manca infatti la parte astronomica. Malgrado ciò chi si laurea primo livello in fisica può fare i corsi di specializzazione del corso in astronomia, quindi, alla fine del percorso di specializzazione entrambi avranno raggiunto lo stesso livello.

Se si vuole esercitare la professione dell’astronomo è bene considerare anche un periodo lavorativo o di studi all’estero, dove la ricerca viene valorizzata e riconosciuta: Stati Uniti, Francia, Germania, Inghilterra.