State valutando di aprire la vostra prima (o una nuova) casella di posta elettronica? La prima cosa che dovete fare è selezionare il servizio di email che desiderate utilizzare. La nostra raccomandazione sarebbe sicuramente orientata verso Gmail o Outlook. Gmail è ottimo in termini di funzionalità e Outlook è meno utilizzato, e potrebbe essere più facile ottenere l’indirizzo email desiderato.

In secondo luogo, dovete scegliere un nome efficace. Certamente, la scelta del nome + cognome è quella più indicata, ma se avete un nome comune, è probabile che questo indirizzo email sia già stato preso. In questo caso, potete giocare con l’ordine di nome e cognome, o con le abbreviazioni. Molti provider di servizi di posta elettronica vi permettono inoltre di utilizzare alcuni caratteri speciali come il carattere di sottolineatura (_), i trattini (-) e i punti (.), che possono aiutarvi a ottenere il nome desiderato. Tenete a mente che il nome utente dovrebbe essere anche facile da ricordare e da pronunciare.

Di contro, vi sconsigliamo di usare prefissi o suffissi. Ricordate anche che il vostro indirizzo personale è, appunto, personale: dovrà pertanto riferirsi solo a voi, evitando di collegarlo al nome del ragazzo / ragazza / cane / figli / ecc. Ulteriormente, se provenite da una cultura in cui il vostro cognome cambia dopo il matrimonio, cercate di evitare di usare il cognome nel proprio indirizzo email. Magari, potrebbe essere utile usare qualcos’altro che possa definirvi, come un titolo professionale o un’occupazione.

Infine, ogni volta che create un nuovo indirizzo email, consideratelo come la vostra identità online. Pensate a come apparirà tra 10-15 anni e a cosa dice di chi siete come persona e come professionista.

E voi che ne pensate? C’è qualche consiglio che volete condividere con noi e con i nostri lettori?