broker opzioni binarieLe opzioni binarie sono uno strumento finanziario di grande interesse perchè consentono ai loro utilizzatori di poter ambire a ingenti guadagni in maniera facile e immediata. Questi vantaggi devono però fare i conti con la rischiosità che mette sempre davanti alla possibilità di poter perdere tutto anche nell’arco di pochi secondi e, come se non bastasse, anche di fronte al costante rischio di fidarsi troppo velocemente di broker davvero poco affidabili. Dopo aver preso atto di come la possibilità di perdere capitale possa esser sempre dietro l’angolo, vediamo di dare un’occhiata a quello che è il secondo elemento a cui è necessario prestare attenzione: la scelta della piattaforma di investimento!

Broker di opzioni binarie: di cosa si tratta?

Un broker non è che un software nell’ambito del quale c’è una società specializzata che permette ai suoi utenti (i trader) di potersi addentrare tra gli innumerevoli strumenti dell’alta finanza: per essere pratici ci sia sufficiente sapere che senza una piattaforma di questo genere non abbiamo praticamente modo di poter sperimentare il mondo degli investimenti. Con un intermediario abbiamo invece la possibilità di effettuare un investimento vero e proprio, ma al tempo stesso anche l’opportunità di poter analizzare grafici, sfogliare dati e consultare materiale vario pur di avanzare una mossa che possa dirsi davvero ragionata! Alla luce di tutto ciò, è chiaro il motivo per cui scegliere un buon broker sia un passo di fondamentale importanza?

Scegliere il Broker: la regolamentazione CONSOB è tutto

Ma c’è un modo per sapere quale sia il broker più adatto alle nostre esigenze? Una strada univoca no, ma tutta una serie di accorgimenti utili assolutamente sì! Come prima cosa dobbiamo controllare che il broker al quale intendiamo affidarci sia stato autorizzato ad operare dalla CONSOB così da permetterci di poter operare in maniera anzitutto legale, ma anche e soprattutto tutelata in ogni sua minima parte. Affidarsi nelle mani di un intermediario non regolamentato vuol dire correre il costante rischio di vederci sottrarre indebitamente il capitale investito così come i guadagni portati a termine.

La CONSOB é l’organismo preposto a concedere l’autorizzazione a un broker ma ha anche il compito di vigilare sul corretto funzionamento di tutti gli intermediari finanziari: coloro i quali sono stati autorizzati a lavorare in tale ambito con il benestare della CONSOB, devono perciò garantire trasparenza, assistenza e legalità se non vogliono che l’organismo di vigilanza intervenga attraverso sanzioni o misure restrittive! La presenza di questa certificazione è quindi un elemento di vera garanzia per l’utente finale.

Broker di opzioni binarie: rendimenti, bonus e…

Dopo il requisito della certificazione CONSOB, ci sono poi altri fattori che possono influenzare la scelta del nostro broker di fiducia. Ad esempio, il rendimento: ci sono piattaforme opzioni binarie che propongono rendimenti davvero bassi ed altre che offrono invece delle possibilità di guadagno ben più interessanti. Ma al di là del rendimento c’è da analizzare il capitolo bonus, ovvero il considerare se l’intermediario sulla quale abbiamo riposto la nostre attenzioni ci dia modo di maneggiare del denaro extra al di là di quello da noi depositato. E se siamo dei provetti investitori, allora è più che naturale che tra i requisiti da noi ritenuti essenziali figuri una massiccia presenza di materiale di stampo finanziario: ci interessa o no il fatto che un broker metta a nostra disposizione grafici, notizie, calendario economico e tutto quello che può in qualche modo determinare la nostra scelta di investimento?

Insomma prestiamo pure la dovuta attenzione al “capitolo certificazione”, ma non snobbiamo anche tutti gli altri fattori di fondamentale importanza!