Gli interior designer lavorano sia con clienti privati che aziendali, al fine di pianificare la progettazione di luoghi di vita e di lavoro. Supervisionano l’intero processo di creazione di uno spazio, compresa la consulenza con il cliente per determinare le sue esigenze, il design degli ambienti o la creazione con software di progettazione assistita da computer, il reperimento e l’acquisto di materiali e arredi e la supervisione dell’implementazione dei propri progetti, in modo che siano in linea con le aspettative dei clienti.

Alcuni designer sono specializzati in un certo tipo di stile di progettazione o nella progettazione di determinati tipi di luoghi, come le cucine, i bagni o gli spazi per uffici. Un designer può anche specializzarsi nel design che enfatizza alcuni temicome la sostenibilità ambientale o l’accessibilità per gli anziani o i disabili.

Detto ciò, la maggior parte degli interior designer ha almeno una laurea e ha seguito una serie di corsi di teoria e di pratica finalizzati a migliorare le proprie competenze. Tra gli altri elementi oggetti di studio, anche quelli sui materiali da costruzione, sui fondamenti della costruzione, sull’uso di programmi CAD, e così via. Costituisce parte fondamentale per lo sviluppo delle proprie competenze anche un affiancamento pratico a studi di interior design, possibilmente affermati.

Chiarito quanto sopra, le stime sullo sviluppo di questo lavoro sono piuttosto positive, poiché si ritiene che sempre più persone ambiscono a disporre di servizi di progettazione, soprattutto specializzati. Dunque, si tratta di una professione che potrebbe riservarvi molte gradite sorprese, soprattutto se avete la giusta passione per il gusto estetico e per il design di interni!