Scegliere una buona auto usata

L’opzione dell’auto “quasi nuova”

Un’auto usata? Un’auto quasi nuova? Sono apparentemente simili, ma hanno delle differenze estremamente importanti che dovresti cercare di tenere a mente per poter compiere il miglior “affare” possibile. Il sito internet www.burniautomobili.it ci ha aiutato a fare un po’ di chiarezza, e di seguito trovi qualche indicazione da non sottovalutare!

Cos’è un’auto usata?

Iniziamo con il ricordare che un’auto usata è qualsiasi auto che è attualmente o è stata precedentemente immatricolata ad un privato o ad un’azienda. Si tratta di auto che tendono ad avere almeno un anno di età, e hanno almeno qualche migliaia di chilometro sul contachilometri.

La scelta di un’auto usata è sempre un’operazione con almeno un moderato livello di rischio, in quanto a volte può essere difficile sapere quanto bene è stata tenuta, se è stata oggetto di una manutenzione regolare, se ha avuto incidenti celati, e così via. Tuttavia, spesso è anche il modo più economico per acquistare un’auto nel lungo periodo, a condizione che non si paghi più del previsto e del dovuto, e si scelga un modello affidabile.

Naturalmente, nel processo di acquisto di un’auto usata, è centrale la fase di analisi e di test: ispeziona attentamente il mezzo che stai cercando di valutare e, se ritieni di non poter effettuare un’operazione di analisi completa e compiuta, fatti aiutare da un esperto.

Che cos’è un’auto quasi nuova?

Diverso è il discorso dell’auto “quasi” nuova. Un’auto quasi nuova è qualsiasi auto che è stata acquistata nuova ed è stata immatricolata per la percorrenza su strada (ovvero, ha una targa), ma è stata usata in misura estremamente lieve. Le auto quasi nuove hanno poche centinaia di chilometri (al massimo) sul contachilometri.

Generalmente, queste auto sono immatricolate da un produttore, da un concessionario o dal primo proprietario, i quali hanno in mente di vendere l’auto in fretta. Di norma, n questa categoria rientrano auto a scopo dimostrativo, usate per fornire test drive agli acquirenti presso una concessionaria, e condizioni similari.

Le caratteristiche comuni di queste auto è che hanno alcuni chilometri alle spalle, ma sono state attentamente rese oggetto di manutenzione, proprio per il loro ruolo di “vetrina” e, dunque, proprio per ben impressionare gli acquirenti.

Inoltre, sono auto dalla ridotta anzianità, “preimmatricolate” dai concessionari per raggiungere gli obiettivi di vendita e poi vendute con uno sconto dopo circa tre o sei mesi (di solito c’è un periodo minimo prima che il concessionario conceda sconti o bonus di vendita del produttore).

Le sue condizioni sono ottime. Di solito è un’auto rimasta inutilizzata sul piazzale di un concessionario per diversi mesi. Ovviamente, ai pro corrispondono alcuni contro: il prezzo è più alto di un’auto usata, e ha garanzia più breve dell’auto nuova: la garanzia inizia infatti non appena l’auto è registrata, ovvero mesi prima di acquistare l’auto.  Inoltre, sarai sempre, tecnicamente, il secondo proprietario. Infine, spesso dovrai ricorrere a mezzi di finanziamento propri, perché il concessionario dedica frequentemente le migliori offerte di credito solo alle auto nuove di zecca, con risparmio del quasi nuovo sul nuovo che potrebbe pertanto non essere così grande come ci si aspetta.