farmaciaInvestire in un esercizio commerciale può essere molto vantaggioso, conviene però comprendere quale sia il negozio più interessante, per avere la certezza di trovare rapidamente molti clienti.

Le peculiarità delle farmacie

In Italia aprire una farmacia non è così semplice, questo perché le autorizzazioni comunali non sono aperte, quindi è necessario scegliere con cura la zona in cui aprire il negozio, cercando di accaparrarsi la possibilità di farlo. È necessario partecipare ad un concorso, in modo da ottenere l’autorizzazione. Volendo è possibile anche prendere in gestione una farmacia già aperta da tempo, cosa spesso più probabile rispetto all’apertura di una nuova. Sul territorio italiano infatti la distribuzione delle farmacie è strettamente regolamentata, in quanto non si tratta di comuni negozi, ma div eri e propri servizi ai cittadini. Questa caratteristica può dare qualche problema in più quando si vuole aprire una farmacia, ma è sicuramente un vantaggio quando ci si riesce: il bacino di utenti attorno alla farmacia è sempre ampio. Inoltre il mercato dei prodotti sanitari è purtroppo sempre fiorente, visto che le persone con problemi di salute o che necessitano di diverse tipologie di prodotti parafarmaceutici.

Come progettare il negozio

Non è così semplice progettare e realizzare gli arredi per una farmacia; questo perché è necessario seguire le principali regole di marketing e preparare dei mobili pratici, robusti e facili da utilizzare. Il metodo migliore consiste nel contattare un’azienda di contract per farmacie: si tratta di persone che permettono di ottenere una farmacia diciamo “chiavi in mano”. Penseranno loro alla progettazione, alla preparazione ed installazione di tutto ciò che serve nel negozio, dal bancone fino al magazzino. Certo questo metodo è leggermente più costoso rispetto alla preparazione del negozio da soli, ma dà maggiori probabilità di successo e permette di avere l’aiuto da parte di un team di esperti.

Il farmacista

In linea teorica chiunque può aprire una farmacia; ce ne sono anche alcune che sono direttamente gestite dai comuni. All’interno della farmacia però deve essere sempre presente un farmacista laureato ed iscritto all’ordine dei farmacisti. È quindi necessario assumere almeno un farmacista, ma sarebbe meglio due, perché non è possibile tenere aperta la farmacia senza un farmacista al suo interno. Volendo si può contattare un secondo farmacista come libero professionista, che entrerà in servizio solo quando il primo è in ferie, in congedo per malattia o durante il periodo dei turni notturni, visto che una singola persona non può lavorare per turni eccessivamente lunghi.