legumiGli alimenti ricchi di potassio sono certamente dei cibi molto preziosi per garantire, all’organismo, un valido apporto di questa sostanza.

Il potassio è effettivamente molto prezioso per il benessere dell’organismo, ricoprendo delle funzioni assolutamente cruciali.

Il potassio, ad esempio, elimina le tossine dall’organismo, favorisce il nutrimento cellulare, regola la ritmicità cardiaca e la pressione osmotica, solo per elencare le funzioni principali.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che il potassio è un elemento nutrizionale particolarmente prezioso per gli sportivi: la muscolatura infatti, a seguito di un’attività sportiva intensa, tende a perdere delle quantità importanti di questa sostanza, che è certamente bene integrare dopo breve tempo.

Sebbene il potassio sia importantissimo per il benessere, ciò non vuol dire che possa essere assunto in quantità eccessive: i rischi legati, appunto, ad un’assunzione smodata di potassio sono consistenti, e possono comportare oltre a piccoli disturbi, quali crampi muscolari e disidratazione, anche delle problematiche particolarmente serie, come ad esempio stati ipertensivi o gravi problemi cardiaci.

Fortunatamente, le quantità eccessive di potassio riescono ad essere eliminate piuttosto agevolmente dall’organismo attraverso i reni, aspetto che scongiura, così, il rischio di intossicazioni.

La carenza di potassio, allo stesso tempo, deve certamente essere scongiurata nella medesima maniera, e può comportare stati di debolezza atletica e muscolare e, nei casi più gravi, anche delle patologie cardiache piuttosto pericolose.

A tal riguardo è utile sottolineare che mentre lievi eccessi di potassio non sono particolarmente problematici, dal momento che l’organismo riesce ad eliminarne le quantità in eccesso in modo piuttosto agevole, problemi di carenza di potassio sono certamente più rilevanti, dal momento che l’organismo ne elimina comunque determinate quantità anche in caso di carente apporto.

Sono necessarie delle quantità davvero piccole di potassio, ogni giorno, per assicurare la nostro organismo l’apporto indispensabile: i medici sono concordi nel sostenere che, per assicurare al fisico l’apporto di potassio ideale, sono sufficienti 3 g al dì, quantità che ovviamente può variare da persona a persona.

Ma quali sono, dunque, gli alimenti più ricchi di potassio in assoluto?

In generale, il potassio è una sostanza piuttosto diffusa negli alimenti, ma quelli che ne contengono le quantità più elevate sono certamente i legumi, in particolare i fagioli ed i piselli secchi, i datteri, le mandorle, le banane, le noci, i carciofi, il tonno, gli sgombri, le castagne.

Delle discrete quantità di potassio, se pur inferiori rispetto a quelle dei cibi appena menzionati, sono inoltre quelle che si individuano nelle pere, in alcuni formaggi quali il Parmigiano Reggiano e l’Emmental, nel pane bianco, nella farina di mais, nelle mele.

Questi sono, dunque, gli alimenti che includono le più elevate quantità di potassio: nel caso in cui si avessero dei dubbi circa l’eventualità di essere interessati da una carenza o da un eccesso di potassio, l’ideale è rivolgersi ad un medico che, con apposite analisi, potrà verificare questo aspetto ed eventualmente suggerire dei regimi alimentari idonei per queste particolari condizioni.