stirareChe stress dover stirare pigne e pigne di vestiti! Eppure, in nostro soccorso, arrivano alcuni trucchi facili da mettere in atto per salvaguardare il nostro tempo, ed evitare accumuli noiosi da stirare. Vediamo insieme di cosa stiamo parlando, e alcuni consigli utili.

Prima di tutto, per poter risparmiare tempo e denaro, dobbiamo impostare un programma di lavaggio adatto. Questi devono essere brevi, la centrifuga non deve superare gli 800 giri, e la temperatura ottimale è tra i 30 e i 40 gradi. Ovviamente, questo presuppone che il vostro bucato non sia particoalrmente sporco.

Ricordatevi, infatti, che l’acqua molto calda, oltre a consumare i tessuti, stropiccia le fibre, e ovviamente vi fa consumare molta più energia. Evitate, poi, di utilizzare dosi eccessive di detersivo: in questo modo, eviterete i residui sui tessuti (e lo stress di dover smacchiare, o lavare ancora, dopo). Al posto dell’ammorbidente, poi, utilizzate l’acido citrico o l’aceto: un modo green di lavare i vostri capi con un notevole risparmio sulla spesa.

Appena la lavatrice finisce, stendete accuratamente i vostri panni: ci impiegherete qualche minuto in più, ma in questo modo eviterete di stirarli subito dopo. Ricordatevi, quindi, di sbatterli energicamente, di utilizzare anche gli omini per appenderli, e di fare attenzione a piccoli trucchetti: stendete le magliette con il collo rivolto verso il basso, pinzandole in corrispondenza del bordo. In questo modo, i segni delle mollette non si noteranno nemmeno!

Per quanto riguarda i pantaloni, invece, ricordatevi di tirare con cura gli orli, e di stenderli dalla vita con 4 mollette, lisciando bene il tessuto con le mani.

Una volta che i vostri panni saranno asciutti, piegateli subito con cura (stirateli con le mani, vedrete che le piccole pieghe scompariranno subito), ed infine ritirateli.

Ovviamente, questi trucchetti non possono essere utilizzati su tutti i capi, ma vi faciliteranno la vita e vi permetteranno di risparmiare tempo.