La prima impressione è ciò che conta“, diceva un vecchio proverbio, soprattutto nel settore dell’ospitalità, in cui il rapporto con il pubblico è praticamente una costante.

L’arrivo in hotel, infatti, è uno dei momenti chiave nella sistemazione in albergo. Mentre stanno effettuando il check-in, gli ospiti prestano attenzione a molti dettagli, in primo luogo l’aspetto di coloro che li accoglieranno.

 

Questo tema è ancor più delicato nel settore del lusso. Pertanto, chiunque gestisca un hotel a quattro o cinque stelle, dovrà prestare molta attenzione alle divise indossate dal portiere e dai receptionist scegliendo un abbigliamento professionale adeguato alla clientela e alla struttura.

 

Vediamo quindi alcuni suggerimenti su come impressionare positivamente gli ospiti al momento del check-in e quali sono le uniformi ideali per il personale addetto all’accoglienza dell’ospite.

Quanto conta impressionare gli ospiti al check-in

È molto importante rispettare alcune regole di base se si desidera accogliere al meglio l’ospite e fare una buona impressione. Prima di tutto la buona educazione.

 

Il personale della reception dovrà essere in grado di esprimersi correttamente nella lingua locale e in una o più lingue straniere. Dovrà accogliere l’ospite con cordialità ma senza essere troppo familiare o, al contrario, troppo freddo e distaccato.

 

Un’altra buona pratica è ascoltare ciò che l’ospite ha da dire senza interromperlo. Lo staff della reception ha il compito di cogliere le esigenze del cliente e rispondere alle sue richieste con professionalità.

 

Durante la fase di check-in, lo staff dovrebbe evitare distrazioni come, ad esempio, rispondere al telefono o interrompere la conversazione o il servizio per dedicarsi a un altro ospite.

L’abbigliamento professionale ideale negli hotel di categoria superiore

Nonostante tutte le buone regole comportamentali, a volte può succedere che l’ospite elabori un’impressione non positiva sulla base di altri dettagli, come ad esempio l’aspetto del personale addetto all’accoglienza.

 

Quindi, è molto importante prestare attenzione alla scelta dell’abbigliamento professionale di receptionist e portiere. Queste due figure, infatti, non avranno un contatto prolungato o costante con il cliente eppure, la loro immagine sarà una costante durante il soggiorno. Infatti, l’ospite incontrerà il portiere ogni giorno, così come, ogni giorno, incrocerà lo sguardo del receptionist di turno. Pertanto, in maniera indiretta, l’immagine del portiere e del receptionist agirà sull’inconscio del cliente imprimendo nella sua memoria un ricordo positivo o negativo.

 

Quindi, prima di tutto, l’abbigliamento professionale per gli addetti all’accoglienza in un hotel di lusso dovrà essere elegante e completo di ogni accessorio. Dal cappello ai bottoni, dalle spalline al badge, tutto dovrà comunicare un’immagine elegante e un mood sofisticato.

 

Anche la scelta dei colori non dovrebbe essere lasciata al caso. I colori più adatti e più utilizzati sono nero, blu nelle varie tonalità, e grigio.

 

Il tessuto dovrà garantire un aspetto impeccabile durante tutte le ore di servizio e al tempo stesso assicurare il massimo confort per l’utilizzatore. Quindi, il tessuto ideale per questo scopo è il fresco lana o il misto fresco lana/poliestere.